I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Agire sugli aminoacidi per combattere i tumori: così crescono meno

L'efficacia della chemio e della radioterapia potrebbe essere aumentata grazie a una dieta priva di due aminoacidi

Pubblicato il 09/05/2017 da Pippo

Un gruppo di ricercatori del Cancer Research UK Beatson Institute e dell'Università di Glasgow (Regno Unito) ha scoperto che l'efficacia della chemio e della radioterapia potrebbe essere aumentata grazie a una dieta priva di due aminoacidi non essenziali per le cellule sane (la serina e la glicina) di cui le cellule tumorali hanno invece molto più bisogno.

Leggi anche: Aspirina, a basse dosi è un’arma contro il tumore al seno?

I risultati dei loro studi - condotti sui topi e pubblicati sulla rivista Nature - dovranno essere confermati attraverso studi clinici mirati a verificare la fattibilità e la sicurezza di un approccio di questo tipo quando utilizzato come coadiuvante nelle terapie contro i tumori.

Lo studio ha dimostrato che un'alimentazione priva di serina e di glicina rende le cellule tumorali più sensibili alle specie reattive dell'ossigeno, molecole prodotte sia durante la chemioterapia sia durante la radioterapia. "Le nostre scoperte - spiega Oliver Maddocks, primo nome dello studio - suggeriscono che in futuro per alcuni pazienti oncologici la limitazione del consumo di specifici aminoacidi attraverso un programma alimentare controllato potrebbe essere una parte in più del trattamento che aiuti a rendere più efficaci altre terapie". Fra i tumori contro cui un approccio di questo tipo potrebbe risultare utile sono inclusi i linfomi e le neoplasie intestinali. Purtroppo, invece, nei casi in cui il cancro è associato all'attivazione del gene Kras le cellule tumorali riescono a produrre serina e glicina; per questo nel caso di altri tumori - come molti di quelli che colpiscono il pancreas - questo approccio potrebbe essere meno efficace. "Dovremo capire quali pazienti potrebbero trarne più benefici", spiega quindi Emma Smith, esperta di Cancer Reserach UK. (FONTE)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Corsi - Prevenzione a tavola

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

Corsi - Prevenzione a tavola

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?

Alla scoperta del topinambur, l’ortaggio che vi cambierà la vita

Il topinambur combina proprietà diuretiche con doti benefiche per abbassare la glicemia