I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cervello, un “pacemaker” per recuperare i ricordi

È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Current Biology

Pubblicato il 05/05/2017 da Pippo

Applicare un "pacemaker" al cervello potrebbe ripristinare la capacità di memorizzare le informazioni. La somministrazione di impulsi elettrici al cervello sarebbe, infatti, in grado di migliorare le prestazioni mnemoniche.

Leggi anche: Il potere della risata, aiuta anche a guarire la mente e il corpo

È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Current Biology dai ricercatori dell’Università della Pennsylvania di Philadelphia (Usa), secondo cui la stimolazione cerebrale sarebbe efficace solo nei momenti in cui la capacità di creare ricordi risulta in difficoltà, mentre potrebbe essere controproducente quando questa facoltà funziona correttamente.

Nel corso della ricerca, gli scienziati hanno individuato i segnali neuronali corrispondenti ai momenti in cui la funzione mnemonica risultava efficace e a quelli in cui incontrava degli errori. Successivamente, hanno testato la scoperta su un gruppo di pazienti neurochirurgici, che ricevevano un trattamento per l'epilessia presso diversi ospedali statunitensi. I volontari sono stati invitati a memorizzare e a richiamare alla mente un elenco di parole comuni, mentre ricevevano livelli sicuri di stimolazione cerebrale. Durante questo processo, i ricercatori hanno registrato l'attività elettrica dei soggetti, utilizzando gli elettrodi che vengono impiantati nel cervello dei pazienti durante la terapia anti-epilettica.

Al termine dell’esperimento, sono riusciti a identificare i biomarcatori che indicano quando la funzione mnemonica ha successo, ossia quando il cervello crea effettivamente nuovi ricordi. "Abbiamo scoperto che, quando la stimolazione elettrica arriva durante i periodi in cui la memoria è efficace, la facoltà di memorizzazione peggiora – spiega Michael J. Kahana, che ha coordinato lo studio -. Ma quando la stimolazione elettrica arriva nei momenti in cui questa funzione vacilla, la capacità di creare ricordi risulta notevolmente più elevata”. (FONTE)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?

Alla scoperta del topinambur, l’ortaggio che vi cambierà la vita

Il topinambur combina proprietà diuretiche con doti benefiche per abbassare la glicemia

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco gli alimenti per sorridere all’autunno

Cambio di stagione, gli alimenti alleati del buonumore

Ecco perché vale la pena mangiare i cachi

Racchiudono straordinarie proprietà per il nostro organismo

Dal cacao un aiuto per ossa fragili e malattie respiratorie

Il cacao e gli alimenti che lo contengono hanno quantità significative di vitamina D2

Corsi - Prevenzione a tavola

Raffreddore e influenza in arrivo: anticipiamo il TG col cibo giusto

Ecco i cibi che possono aiutarci a prevenire i mali di stagione

Perché la cicoria è così buona per la salute

La cicoria si può trovarla da settembre fino a febbraio: ecco una ricetta sana e gustosa

Ecco perché mangiare i fichi d’India

Un toccasana per il nostro organismo. Un trucco per sbucciarli e una ricetta gustosa

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore

Nel tuorlo d’uovo in segreto per non perdere i capelli

Secondo uno studio giapponese si nasconde un possibile composto contro l'alopecia