I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

L’inquinamento fa male anche al cuore

Una connessione che non aveva ancora trovato riscontro scientifico, almeno finora

Pubblicato il 03/05/2017 da Prevenzione a tavola

Che l’inquinamento sia tra i principali fattori di rischio per lo sviluppo di malattie del sistema respiratorio è ormai un dato di fatto. Da tempo però la comunità scientifica si interroga se sia possibile che le particelle inquinanti influiscano anche sulla salute di altri tessuti, per esempio il cuore e il sistema circolatorio. Una connessione che non aveva ancora trovato riscontro scientifico, almeno finora. Oggi invece i ricercatori dell’università di Edimburgo e dei Paesi Bassi hanno dimostrato che le nanoparticelle sono in grado di superare il filtro di naso e polmoni e viaggiare nel sangue, depositandosi nelle pareti dei vasi sanguigni.

LEGGI ANCHE: Vitamina B contro l’inquinamento: protegge cuore e sistema immunitario

Per questo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Acs Nano, i ricercatori hanno chiesto a 14 volontari di allenarsi per un paio d’ore respirando aria contenente particelle d’oro, talmente piccole da simulare le dimensioni delle nanoparticelle inquinanti ma non nocive per l’organismo (l’oro è considerato un materiale inerte).

Il giorno successivo i ricercatori hanno riscontrato la presenza di queste nanoparticelle nel flusso sanguigno dei partecipanti, una presenza verificata nelle urine di alcuni volontari anche tre mesi dopo l’esperimento.

“Abbiamo sempre sospettato che le nanoparticelle nell’aria che respiriamo possano sfuggire ai polmoni e entrare nel corpo, ma finora non c’era alcuna prova” afferma Nicholas Mills, autore della ricerca. “Questi risultati sono di grande importanza per la salute umana e ora dobbiamo concentrare la nostra attenzione sulla riduzione delle emissioni e dell’esposizione alle nanoparticelle aerodinamiche”.(FONTE)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Corsi - Prevenzione a tavola

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Corsi - Prevenzione a tavola

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina