I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Finte vaccinazioni, in Friuli al via richiamo per 7mila bimbi

Il sospetto sulle finte vaccinazioni si allarga, da Treviso a Udine

Pubblicato il 03/05/2017 da Prevenzione a tavola

Il sospetto sulle finte vaccinazioni si allarga. Da Treviso a Udine. Sono cominciati oggi in Friuli Venezia Giulia i primi richiami per i circa 7mila bambini che sono stati vaccinati nei giorni in cui l'assistente sanitaria sospettata in Veneto di aver finto la somministrazione delle iniezioni scudo era in servizio nell'ex Azienda 4 Medio Friuli, prevalentemente nel distretto di Codroipo.

LEGGI ANCHE: Infermiera fingeva di vaccinare bimbi e gettava le fiale

La scelta di far ripetere le immunizzazioni varando una campagna straordinaria di vaccinazione è stata presa da una task force avviata fra Regione, Asuiud (Azienda sanitaria universitaria integrata di Udine) e Aas 3, dopo che il 20 aprile scorso l'azienda sanitaria di Treviso ha comunicato ai colleghi friulani che l'operatrice al centro dello scandalo scoppiato nelle scorse settimane nella Marca Trevigiana "proveniva per trasferimento" proprio dall'Azienda sanitaria di Udine, dove ha lavorato "da novembre 2009 a dicembre 2015 presso il distretto di Codroipo".

L'Aas 3 in questi giorni ha costantemente tenuto informati i genitori sull'evolversi della vicenda. Sul fronte sanitario si è infatti deciso di muoversi subito con le verifiche, mentre la Procura di Udine ha aperto un'inchiesta sul caso. Nell'ambito del monitoraggio avviato dalla task force, fra lunedì 24 aprile e venerdì 28 sono stati effettuati prelievi ad alcuni dei bambini (poco meno di 200 famiglie hanno accettato di sottoporre i figli ai controlli). E "i primi risultati, per quanto parziali - ha comunicato l'Aas 3 - fanno pensare che una parte dei bambini controllati, che sono quelli che avevano effettuato l'intero ciclo con l'assistente sanitaria" Emanuela Petrillo, "non abbia ricevuto un ciclo completo. Pertanto si ritiene verosimile che in diversi casi" la donna "abbia 'fatto finta' di eseguire le vaccinazioni, ma non abbia in realtà iniettato i vaccini". (FONTE)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Corsi - Prevenzione a tavola

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore