I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Pesticidi negli alimenti, 97% privo di residui o nei limiti

Il 53,3% è privo di residui quantificabili, mentre il 43,9% contiene residui che non superano i limiti di legge

Pubblicato il 12/04/2017 da Prevenzione a tavola

Nel 2015 il 97,2% dei campioni analizzati rientra nei limiti di legge consentiti dalla normativa Ue: il 53,3% è privo di residui quantificabili, mentre il 43,9% contiene residui che non superano i limiti di legge. Cifre in linea con quelle registrate nel 2014. Sono i risultati dell'ultimo rapporto di monitoraggio pubblicato dall'Efsa, Autorità europea per la sicurezza alimentare con sede a Parma.

Secondo i dati più recenti, sottolinea l'agenzia europea in una nota, "gli alimenti consumati nell'Unione europea continuano a essere in gran parte privi di residui di pesticidi oppure contengono residui che rientrano nei limiti di legge".

Nel 2015 sono stati analizzati 84.341 campioni per 774 pesticidi. La maggior parte dei campioni (il 69,3%) - spiega l'Efsa - proveniva da Stati membri dell'Ue, da Islanda e da Norvegia; il 25,8% riguardava prodotti importati da Paesi terzi. L'origine dei campioni restanti non è stata comunicata.

I limiti di legge sono stati superati nel 5,6% dei campioni provenienti da Paesi extra Unione, in calo rispetto al 6,5% del 2014. Per i prodotti provenienti da Paesi dell'Ue e del See, i limiti di legge sono stati superati nell’1,7% dei campioni, con un lieve incremento rispetto all’anno precedente (dall’1,6%). Tra i campioni di alimenti per lattanti e bambini, il 96,5% era privo di residui oppure i residui rientravano nei limiti di legge. Per quanto riguarda gli alimenti biologici, il 99,3% era privo di residui o conteneva residui nei limiti di legge. La maggior parte dei campioni di prodotti di origine animale (l’84,4%) era privo di residui quantificabili.

Nell’ambito del suo annuale rapporto, l'Efsa analizza i risultati del programma di controllo coordinato dall’Ue (Eucp), in forza del quale i Paesi analizzano campioni dello stesso 'paniere' di prodotti alimentari. Per il 2015 i prodotti analizzati sono stati melanzane, banane, broccoli, olio vergine di oliva, succo di arancia, piselli, peperoni, uva da tavola, grano, burro e uova. Il tasso più alto di superamento dei limiti è stato registrato nei broccoli (3,4% dei campioni), seguito dall’uva da tavola (1,7%). In rari casi è stato riscontrato nell’olio d'oliva, nel succo d'arancia e nelle uova di gallina; in nessun caso nel burro.

L'Efsa ha inoltre effettuato una valutazione del rischio alimentare basata sull’Eucp. Sia per l’esposizione di breve termine (acuta) sia per quella di lungo termine (cronica) l'Autorità ha concluso che "il rischio per i consumatori era basso". (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta del topinambur, l’ortaggio che vi cambierà la vita

Il topinambur combina proprietà diuretiche con doti benefiche per abbassare la glicemia

Ecco gli alimenti per sorridere all’autunno

Cambio di stagione, gli alimenti alleati del buonumore

Ecco perché vale la pena mangiare i cachi

Racchiudono straordinarie proprietà per il nostro organismo

Corsi - Prevenzione a tavola

Dal cacao un aiuto per ossa fragili e malattie respiratorie

Il cacao e gli alimenti che lo contengono hanno quantità significative di vitamina D2

Raffreddore e influenza in arrivo: anticipiamo il TG col cibo giusto

Ecco i cibi che possono aiutarci a prevenire i mali di stagione

Perché la cicoria è così buona per la salute

La cicoria si può trovarla da settembre fino a febbraio: ecco una ricetta sana e gustosa

Ecco perché mangiare i fichi d’India

Un toccasana per il nostro organismo. Un trucco per sbucciarli e una ricetta gustosa

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore