I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Isolato nel cervello gene del buon sonno

Se è 'guasto' non si riesce a dormire bene e a riposarsi

Pubblicato il 06/04/2017 da

Ricercatori Usa hanno scoperto nel cervello un ”gene del sonno”, si chiama ‘FABP7′ e, se non ben funzionante, provoca un sonno irregolare e non riposante: insomma gli individui portatori di difetti a carico di FABP7, pur dormendo lo stesso numero di ore in media rispetto a individui col gene sano, vanno incontro durante la notte a parecchi risvegli e quindi risultano meno riposati.
E’ il risultato di una ricerca condotta presso la Washington State University e pubblicata sulla rivista Science Advances.

LEGGI ANCHE: Dormi più di 9 ore? Ecco cosa rischi

FABP7 – attivo nelle cellule nervose cosiddette ‘a stella’, gli astrociti – sembra essere un gene cruciale per il sonno, in quanto la sua funzione è risultata conservata in animali tanto diversi da noi, dal moscerino ai topolini. Gli esperti hanno iniziato lo studio proprio su roditori; inizialmente hanno visto che le concentrazioni di proteina FABP7 nel cervello (si tratta di una proteina ‘navetta’ che trasporta materiale dentro il nucleo delle cellule) fluttuavano nel corso dei ritmi sonno-veglia. Poi hanno isolato mutazioni a carico di FABP7 e visto che, laddove FABP7 non funziona bene, il sonno risulta disturbato, interrotto più volte. Poi gli scienziati sono passati all’analisi del Dna di 300 individui la cui qualità del sonno è stata studiata per sette giorni in un laboratorio ad hoc. Gli esperti hanno trovato mutazioni a carico di FABP7 in 29 individui e visto che questi tendevano a dormire male, in modo intermittente con parecchi risvegli involontari.
Infine gli esperti hanno inserito copie del gene umano – sane e difettose – nel Dna di moscerini e visto che questi, in presenza di geni difettosi, dormono poco e male.
Insomma FABP7 è un gene cruciale del sonno per tanti animali, quindi deve avere una funzione importante nel regolarlo; scoprirla consentirà non solo di capire meglio a cosa serve dormire, ma anche di trovare eventuali rimedi a molti disturbi del sonno. (ANSA).



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Castagnaccio con “mandorlotta”

Un castagnaccio speciale, con l'aggiunta della ricotta di mandorle

Crumble di castagne – Ricetta

Come preparare un delizioso Crumble di castagne, per impreziosire torte e budini

Un piatto piccante di linguine con le rape

Mi sono recata al mio supermercato personale, l’orto, ho raccolto le rape bianche e le ho trasformate in un piatto di linguine "slurp"

Mense scolastiche: ecco come dovrebbero mangiare i bambini

E' difficile che i bambini che mangiano nelle mense scolastiche godano dell'attenzione necessaria alla loro nutrizione: 10 punti per cambiare

La ricetta degli Gnocchi di borragine

Se l'orto ti regala borragine, tu fanne gnocchi deliziosi

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dei Guadrotti di miglio con nocciole

Un dolce sano, senza glutine e squisito: eccovi la lista degli ingredienti e il procedimento

Torta di mele rovesciata

Oggi v'insegno la ricetta della mia squisita torta di mele rovesciata

Crema di zucca al profumo di rosmarino

Una crema da utilizzare per un dessert, oppure per fare delle crostate, o anche delle fragranti torte salate

Corsi - Prevenzione a tavola

Favette dei morti, ricetta e ingredienti

Per la ricorrenza odierna ho preparato un dolce tradizionale di molte regioni italiane, le favette dei morti

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

Menù giornalieri equilibrati per affrontare il cambio di stagione senza malanni

Giornata mondiale dell’alimentazione: tra coscienza e consapevolezza

Oggi in 150 Paesi si festeggia il World Food Day: da anni Prevenzione a tavola si batte per diffondere una corretta cultura del cibo

Pane di riso cotto fermentato

Una ricetta squisita che ci permette di recuperare gli avanzi di un pasto precedente. Ecco come si prepara

Pancake alle carote con farina di mandorla e semi di papavero

Una rivisitazione più sana, leggera e nutriente del famosissimo dolce americano per la prima colazione

Troppo fruttosio mette a rischio il fegato

Secondo un nuovo studio causa la steatosi epatica non alcolica

Chi mangia pasta ha un’alimentazione più sana e più ricca di nutrienti

E presenta un'assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti, rispetto a chi non la mangia