I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Calvizie? E’ colpa dei geni

La stima arriva da uno studio pubblicato su Nature Communications

Pubblicato il 21/03/2017 da Prevenzione a tavola

Il genoma umano può contenere almeno 63 varianti genetiche in grado di aumentare il rischio di diventare precocemente calvi. La stima arriva da uno studio pubblicato su Nature Communications da un gruppo internazionale di ricercatori coordinato dagli esperti dell’Università di Bonn (Germania) secondo cui la perdita prematura dei capelli è associata ad una serie di altre caratteristiche fisiche a al rischio di sviluppare diverse malattie. Gli uomini che diventano calvi da giovani tendono ad esempio ad essere bassi e ad essere esposti a un maggior rischio di tumore alla prostata; tuttavia, secondo Markus Nöthen, responsabile dello studio, non è il caso di preoccuparsi oltre misura. “Il rischio di malattie aumenta solo lievemente - precisa infatti il ricercatore - Tuttavia, è interessante osservare che la perdita dei capelli non è affatto una caratteristica isolata, e che invece mostra diverse correlazioni con altre caratteristiche”.

Nöthen e collaboratori hanno analizzato il materiale genetico di oltre 20 mila uomini provenienti da 7 diversi paesi, fra cui circa 11 mila individui diventati prematuramente calvi. “Siamo riusciti a identificare 63 alterazioni nel genoma umano che aumentano il rischio di perdere prematuramente i capelli - racconta Stefanie Heilmann-Heimbach, primo nome dello studio - Alcune di queste alterazioni sono state associate ad altre caratteristiche e malattie, come una corporatura ridotta, una pubertà più precoce e vari tumori”. “Abbiamo rilevato anche legami con una pelle chiara e una maggiore densità ossea - aggiunge Nöthen - Ciò potrebbe indicare che gli uomini che perdono i capelli riescono a utilizzare meglio la luce del sole per sintetizzare la vitamina D”. Questo micronutriente, prezioso per la salute delle ossa, viene infatti sintetizzato nella pelle in seguito all’esposizione agli ultravioletti presenti nella radiazione solare; la calvizie precoce non sarebbe quindi associata solo a caratteristiche negative.

Per il momento gli esperti sanno poco dei meccanismi molecolari alla base delle associazioni rilevate. Solo ulteriori studi potranno aiutare a chiarirli. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Corsi - Prevenzione a tavola

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?