I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

A Giuseppe Curigliano il primo premio dedicato a Umberto Veronesi

E' il direttore della divisione sviluppo nuovi farmaci dello Ieo

Pubblicato il 17/03/2017 da Prevenzione a tavola

 E’ andato a Giuseppe Curigliano, direttore della divisione sviluppo nuovi farmaci per terapie innovative dell’Istituto Europeo di Oncologia (IEO), il primo “Umberto Veronesi Memorial Award”, il premio dedicato alla memoria del suo fondatore, per “riconoscere il ruolo primario di un medico nel progresso della scienza e la cura delle pazienti con tumore del seno”. Il premio è stato consegnato oggi a Vienna, nell’ambito della 15esima St. Gallen International Breast Cancer Conference, dalla European School of Oncology.

LEGGI ANCHE: Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

“Sono onorato di ricevere il primo premio al mondo intitolato al professor Veronesi, durante il meeting di St. Gallen, la conferenza più importante a livello internazionale per il trattamento del tumore mammario in stadio precoce – ha commentato Curigliano – L’eredità intellettuale per la lotta tumore al seno che Veronesi ha lasciato all’IEO e a tutta la comunità medico-scientifica internazionale è ben nota. A noi oncologi medici in particolare ha insegnato a rifiutare i dogmi e a porci sempre dei dubbi per innovare sistematicamente l’approccio alle cure. L’immunoterapia, in cui il professore ha creduto sin dagli albori, è un esempio di una nuova concezione di trattamento, che potrebbe rivoluzionare anche la prevenzione dei tumori e per questo ho accettato di dedicare la mia Award Lecture proprio a questo tema”. “Basti pensare – ha proseguito – al potenziale ruolo dei vaccini nelle precancerosi e nei tumori mammari in stadio precoce. Gli innovatori sono sempre dei rompiscatole, ci diceva il professore, perché si fanno delle domande, cercano delle riposte, e così facendo cambiano il modo di vedere le cose. Innovare per andare oltre e per vedere meglio. Questo è il motivo per cui decise di chiamare la Divisione che io dirigo ‘nuovi Farmaci per terapie innovative'”. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Corsi - Prevenzione a tavola

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Corsi - Prevenzione a tavola

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina