I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tumore al colon, in aumento fra trentenni e Millennials

Studio pubblicato sulla rivista Journal of the National Cancer Institute

Pubblicato il 15/03/2017 da Prevenzione a tavola

L’incidenza del cancro al colon-retto è in aumento tra i giovani: tre diagnosi su dieci riguardano pazienti di età inferiore ai 55 anni. Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Journal of the National Cancer Institute dai ricercatori dell’American Cancer Society di Atlanta (Usa), secondo cui le persone nate negli anni ’90 corrono un rischio da due a quattro volte maggiore di sviluppare la malattia, rispetto a quelle nate negli anni ‘50.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO: Cancro al colon, Berrino: ‘Il ferro favorisce formazione tumori’

La ricerca è stata condotta sui dati raccolti dal programma Surveillance, Epidemiology, and End Results (Seer), che ha coinvolto i pazienti di età pari o superiore ai 20 anni che hanno ricevuto la diagnosi di tumore del colon-retto tra il 1974 e il 2013, per un totale di 490.305 casi. Al termine dell’analisi, è emerso che dopo un periodo di flessione, il tasso d’incidenza del cancro al colon è tornato a crescere. In particolare, negli adulti di età compresa tra 20 a 39 anni ha registrato un incremento compreso tra l’1 e il 2% l'anno a partire dalla metà degli anni ‘80,. Invece, nella fascia d’età 40-54 anni è aumentato dello 0,5-1% l’anno, a partire dalla metà degli anni ’90.

LEGGI ANCHE: Come contrastare la sindrome del colon irritabile

L’indagine ha rilevato che il tasso d’incidenza del cancro al retto è cresciuto in misura maggiore. Negli individui di età compresa tra 20 e 29 anni è aumentato del 3% l'anno già a partire dal 1974, mentre tra i soggetti di età compresa tra 30 a 39 anni è cresciuto nella stessa percentuale, ma a partire dal 1980. Nelle persone di età compresa tra 40 e 54 anni è, invece, aumentato del 2% l'anno a partire dal 1990. Infine, tra i over 55 è continuato a diminuire, tanto che risulta in calo da almeno 40 anni.

I ricercatori osservano che i giovani nati negli anni ’90 corrono un rischio due volte maggiore di sviluppare il tumore al colon e quattro volte più alto di essere colpiti da cancro al retto, rispetto alle persone nate negli anni ’50. Alla luce di questi risultati, suggeriscono di riconsiderare e anticipare l’età del primo screening, che attualmente non è raccomandato al di sotto dei 50 anni.

LEGGI ANCHE: Rimedio naturale per pulire e depurare il colon

“La nostra scoperta evidenzia che il rischio di cancro del colon-retto per i Millennials è aumentato fino a raggiungere il livello degli individui nati alla fine del 1800, e questo rappresenta un risultato piuttosto deludente – afferma Rebecca L. Siegel, che ha diretto lo studio -. È necessario avviare campagne educative per informare i medici e la popolazione generale di questo aumento, in modo da contribuire a ridurre i ritardi nella diagnosi, registrati soprattutto tra i giovani, ma anche per incoraggiare a seguire un'alimentazione sana e uno stile di vita più attivo, al fine d’invertire questa tendenza”. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo