I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il 65% dei tumori alla vescica nell’uomo sono causati dalle sigarette

Ogni anno 21mila casi tra uomini e 5mila tra donne

Pubblicato il 09/03/2017 da

Nel nostro Paese fino al 65% dei casi di tumore della vescica negli uomini è correlato all’abuso di fumo di sigaretta. Il dato è emerso in un incontro dedicato a questa neoplasia e organizzato dalla Società Italiana di Urologia Oncologica (SIUrO).
Il tumore della vescica, hanno ricordato gli esperti, è il quarto tumore più frequente nei maschi e l’undicesimo nelle donne. L’incidenza globale della malattia in Italia è in lieve aumento, tanto che, dal 2030 si attendono più di 35 mila nuovi casi ogni anno. “Le differenze di genere in questa patologia sono abbastanza evidenti – afferma Renzo Colombo, urologo e Coordinatore di Area Uro-Oncologica dell’Ospedale San Raffaele di Milano -. Ogni anno in Italia si ammalano 21.000 uomini e 5.000 donne. Tuttavia, rispetto al passato, mentre oggi l’incidenza di questa malattia negli uomini è in riduzione, nelle donne risulta in sensibile aumento”.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO Ecco cosa si forma nei polmoni dopo aver fumato

Il fumatore, spiega l’esperto, ha un rischio di sviluppare la malattia che è quasi cinque volte superiore rispetto ad un non tabagista. Il vizio, storicamente quasi esclusivamente maschile, è negli ultimi anni in deciso aumento tra le donne italiane e questo può spiegare l’aumento dei casi femminili. Smettere definitivamente di fumare riduce significativamente il rischio di sviluppare un carcinoma della vescica dopo dieci anni, tuttavia anche dopo 20 anni dalla sospensione il rischio rimane comunque superiore a quello di coloro che non hanno mai fumato.

Varie le possibili terapie contro il tumore della vescica: dalla chemioterapia alle nuove prospettive aperte con l’immunoterapia, dalla chirurgia personalizzata alla radioterapia. “L’immunoterapia con l’utilizzo degli anticorpi monoclonali – aggiunge Andrea Necchi, Dirigente medico del Dipartimento di Oncologia Medica dell’Istituto nazionale tumori di Milano – che hanno come bersaglio il PD-1 o PD-L1 (due proteine in grado di influenzare la risposta immunitaria) ha dimostrato nell’arco dello scorso anno di potere cambiare la storia del trattamento dei pazienti con malattia avanzata”. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che fanno invecchiare

Conoscere per evitare i cibi che causano l'invecchiamento del nostro organismo

La salute dei capelli passa dall’alimentazione

Anche la nostra dieta mediterranea ci può aiutare a mantenere e a riportare la salute nei nostri capelli

Riso con mandorle e friggitelli

Una ricetta sfiziosa e inusuale per sorprendere i vostri ospiti e deliziare il palato

Tortine di farro con marmellata al limone

La ricetta di oggi è perfetta sia per fare una colazione nutriente e golosa, sia per godersi una merenda squisita. Ecco cosa vi serve per prepararla e il procedimento

Come scegliere un dolcificante: tradizione o formule chimiche?

Eritritolo o malto? Ecco qualche strumento in più che ci possa guidare nella scelta del dolcificante più sano.

Corsi - Prevenzione a tavola

Estate, l’alimentazione corretta

Per tenere sotto controllo il caldo, per idratarsi correttamente e rinfrescarsi attraverso le scelte alimentari più corrette

Anguria beach, un fresco aperitivo

Concediamoci un po' di relax con un aperitivo estivo a base di anguria

Umeboshi: cos’è, benefici e ricette

Alla scoperta dell'Umeboshi, la prugna essiccata dalle meravigliose proprietà terapeutiche

Corsi - Prevenzione a tavola

Salsa verde all’acetosella

Anche se non conoscevo proprio questa pianta, nella mia ricerca di ricette tradizionali sono incappata in questa ricetta sfiziosa e semplicissima

Il Corso Base si arricchisce di un nuovo capitolo e due ricettari

La nostra scuola cerca di dare il meglio ogni giorno di più, per questo ci sembrava giusto fornire ulteriori strumenti di apprendimento e comprensione ai nostri allievi che vogliono cambiare la propria alimentazione

Stroncatura, l’antica ricetta calabrese

Oggi andiamo in Calabria per un primo che dentro contiene il sapore del mare e del grano, dei mercanti e dei contadini: la stroncatura è un piatto veloce che si prepara con pochissimi ingredienti

Menopausa, l’alimentazione che ne allevia i sintomi

Consigli alimentari e pratici per vivere la menopausa come un'opportunità e non come un disturbo

Migliaccio, una ricetta antica dal sapore unico

Ecco la mia ricetta del migliaccio, un dolce a base di miglio e guarnito con la composta di albicocche

Combattere il caldo con la giusta alimentazione

Alcuni cibi e abitudini possono aiutarci a sopportare meglio le alte temperature di questo periodo

Treccine di mais senza glutine

Queste treccine si preparano in pochi minuti e si accompagnano benissimo ad una tazza di tè o un bicchiere di succo di frutta naturale