I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Olio extravergine italiano: taroccata una bottiglia su due

Lo sostiene l’indagine della trasmissione Mi manda Rai3

Pubblicato il 06/03/2017 da Prevenzione a tavola

Scrivono garantito 100% italiano, ma attenzione perché una bottiglia su due di olio extravergine è taroccata. Lo sostiene l’indagine della trasmissione Mi manda Rai3 di Salvo Sottile ripresa da Barbara Cataldi sull’edizione cartacea del Fatto Quotidiano di oggi, lunedì 6 marzo. Inchiesta che si basa sull’analisi del contenuto di 20 confezioni. Esito: solo il 50% è prodotto con olive italiane e quelle pienamente aderenti a quanto dichiarato in etichetta non superano le 6 unità.

GUARDA IL VIDEO IN ALTO: Come riconoscere un buon olio extravergine d’oliva?

Impossibile risalire all’origine di alcuni elementi

Le olive importate dall’estero arrivato soprattutto da Nord Africa, Medio Oriente, Turchia, Spagna e Grecia. Nel caso di prodotti Dop e Igp, poi la percentuale della presenza straniera sale a 4 campioni su 5. In un caso, inoltre, non è stato possibile identificare dal punto di vista genetico uno degli oli usato, probabilmente perché alterato dal punto di vista chimico.

Un business vertiginoso

Si conferma così quanto già emerso dalle indagini della magistratura su marchi venduti in media sopra i 10 euro al litro (si va dai 5,9 ai 15,85) e un business dalle dimensioni notevoli perché sono 520.000 le tonnellate di prodotto grezzo importato. Queste si sommano alle 720.000 prodotte in Italia mentre le olive consumate sono 850.000. Le restanti 130.000 tonnellate di olive sono non tracciate, vecchie o illegali. E tutto finisce sul mercato con un consumo medio all’anno di 11 litri a consumatore. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Corsi - Prevenzione a tavola

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore