I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Infarto e cure, 1 struttura su 2 sotto la soglia di sicurezza di 100 casi l’anno

Una struttura sanitaria su due (49%) in Italia non rispetta i volumi minimi di attività fissati dal ministero della Salute

Pubblicato il 21/02/2017 da Prevenzione a tavola

Una struttura sanitaria su due (49%) in Italia non rispetta i volumi minimi di attività fissati dal ministero della Salute per il trattamento degli infarti. Solo il 51% raggiunge infatti i 100 casi l'anno di infarto miocardico acuto di primo ricovero. Il dato emerge da un'indagine diDoveecomemicuro.it, motore di ricerca che raccoglie i dati di oltre 2.000 tra strutture ospedaliere pubbliche e private accreditate e territoriali.

"Ormai sono numerose le prove in letteratura - afferma Elena Azzolini, specialista in Sanità pubblica e membro del comitato scientifico del portale Doveecomemicuro.it - che confermano come per molte condizioni cliniche e interventi esista un'associazione tra il volume di attività e l'esito delle cure, in particolar modo in termini di mortalità intra-ospedaliera o a 30 giorni dal ricovero/intervento". Secondo i dati, "la mortalità a 30 giorni si riduce all'aumentare dei volumi di attività ovvero, nell'ambito cardiovascolare, maggiore è il numero di ricoveri per infarto miocardico acuto o di interventi di bypass aorto-coronarico che una struttura esegue - spiega - più alto è il grado di esperienza e la qualità dell'assistenza offerta".

Per quanto riguarda l'infarto miocardico acuto - secondo l'analisi di Doveecomemicuro.it - le strutture più virtuose sono principalmente al Nord (45%), seguono il Sud e le Isole (34%) e il Centro Italia (21%). In particolare si distinguono l'Emilia Romagna, con l'ospedale di Parma e l'Arcispedale Sant'Anna (Cona), e la Campania, con l'ospedale Cardarelli di Napoli.

Considerando la minore mortalità a 30 giorni dal ricovero nel rispetto dei volumi, ecco la classifica stilata da Doveecomemicuro.it: al primo posto l'ospedale Civile di Guastalla (Emilia Romagna), seguito dallo Stabilimento San Bartolomeo di Sarzana (Liguria), l'ospedale di Bentivoglio (Emilia Romagna), l'ospedale Civile San Giovanni di Dio - Frattamaggiore, Napoli (Campania) e l'ospedale Santa Croce - Castelnuovo Garfagnana, Lucca (Toscana).

Prendendo in esame gli interventi di by pass aorto-coronarico la situazione peggiora: il 76% delle strutture sanitarie pubbliche e private accreditate non rispetta i volumi minimi (200 interventi l'anno). A eseguire più operazioni di by-pass sono il San Giovanni di Dio e Ruggi a Salerno (Campania), l'ospedale Borgo Trento a Verona (Veneto), la casa di cura Sant'Anna Hospital di Catanzaro (Calabria). A vantare il minor tasso di mortalità sono Città di Lecce Hospital (Puglia), ospedale di Parma (Emilia Romagna), ospedale Mazzini di Teramo (Abruzzo), casa di cura Sant'Anna Hospital a Catanzaro (Calabria) e Fondazione Gabriele Monasterio, Pisa (Toscana). (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti