I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tumori: seno,soia ok per prevenzione,non dopo inizio terapie

Consumandola prima volta con tamixoflene meno efficacia

Pubblicato il 02/02/2017 da Prevenzione a tavola

Il consumo sul lungo termine di soia può migliorare l'efficacia del tamixoflene, un farmaco antitumorale, nel cancro alla mammella, e ridurre il rischio che la malattia si ripresenti, ma meglio non farsi prendere dalla passione per questo alimento proprio quando si inizia la terapia. Mangiare o bere cibi a base di soia per la prima volta durante il trattamento con tamoxifene può infatti ridurre l'efficacia del farmaco e promuovere le recidive. Emerge da una ricerca sui topi del Georgetown Lombardi Comprehensive Cancer Center, pubblicata su Clinical Cancer Research. La chiave starebbe nell'isoflavone più attivo della soia, la genisteina, che ha una struttura simile agli estrogeni, ormoni cruciali nello sviluppo del tumore al seno e nella risposta al tumore stesso. E il momento in cui viene assunta a fare la differenza.

GUARDA ANCHE IL VIDEO IN ALTO: Alimentazione: la soia combatte il colesterolo LDL

L'uso prolungato di genisteina prima dello sviluppo del cancro al seno migliora l'immunità generale, proteggendo contro lo sviluppo del tumore e delle recidive, come spiega Xiyuan Zhang, autrice principale dello studio. Diverso è invece quando il consumo inizia dopo lo sviluppo del cancro al seno, perché in sostanza ciò fa si che non si scateni una risposta immunitaria.

"Inoltre - spiega Zhang - questo ha reso gli animali resistenti agli effetti del tamoxifene,aumentando così il rischio di recidiva". I topi che avevano consumato genisteina da adulti avevano un rischio di recidiva del 7% dopo trattamento con il tamoxifene, contro il 33% di quelli esposti alla genisteina solo dopo la comparsa del tumore. "Molti oncologi consigliano di non assumere supplementi di isoflavoni o di consumare alimenti a base di soia. Ma i nostri risultati - afferma Leena Hilakivi-Clarke, del Georgetown Lombardi Comprehensive Cancer Center- suggeriscono un messaggio più sfumato: le pazienti dovrebbero continuare a consumare questi alimenti, ma non è il caso di cominciare dopo la diagnosi". (ANSA).

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Corsi - Prevenzione a tavola

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente