I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Attività fisica, bastano 20 minuti per “spegnere” l’infiammazione

Meno di mezz’ora per tenere sotto controllo gli stati infiammatori

Pubblicato il 30/01/2017 da

Bastano 20 minuti di attività fisica moderata per “spegnere” l’infiammazione. Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Brain, behavior and immunity dai ricercatori dell’Università della California di San Diego (Stati Uniti), secondo cui lo sport attiva il sistema immunitario, spingendolo a produrre una risposta anti-infiammatoria. “Ogni volta che ci alleniamo, arrechiamo benefici al nostro corpo sotto diversi punti di vista, anche a livello delle cellule immunitarie – spiega Suzi Hong, che ha coordinato lo studio -. Gli effetti anti-infiammatori dell’esercizio fisico erano già noti, ma scoprire il meccanismo alla base di questo fenomeno può aiutare a massimizzare i benefici ottenuti”.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO: L’alimentazione corretta dopo l’esercizio fisico

La ricerca ha coinvolto 47 individui sani, che sono stati incaricati di camminare su un tapis roulant per 20 minuti. I ricercatori hanno regolato il livello d’intensità del macchinario sulla base della forma fisica di ciascun soggetto. Inoltre, hanno prelevato un campione di sangue da tutti i partecipanti prima e dopo l’esercizio fisico.

Al termine dell’esperimento, è emerso che l’attività fisica aveva stimolato l’attivazione del sistema immunitario, che aveva reagito scatenando una risposta anti-infimmatoria. Di conseguenza, questo processo aveva determinato la riduzione del livello d’infiammazione in tutti i volontari. Secondo gli esperti, i risultati dimostrano quindi che per contrastare gli stati infiammatori non serve allenarsi tanto e a lungo, può essere sufficiente camminare a ritmo sostenuto per meno di mezz’ora.

“Il nostro studio dimostra che una sessione di allenamento non dev’essere intensa per produrre effetti anti-infiammatori – osserva la dottoressa Hong -. Da venti minuti a mezz’ora di attività fisica moderata, come camminare a ritmo sostenuto, potrebbero essere sufficienti. Le persone affette da malattie infiammatorie croniche dovrebbero sempre consultare il proprio medico per conoscere il piano terapeutico più appropriato per la loro condizione, ma sapere che l’esercizio fisico potrebbe agire come un anti-infiammatorio rappresenta un eccitante passo avanti”. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di “Prevenzione a tavola”.

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Castagnaccio con “mandorlotta”

Un castagnaccio speciale, con l'aggiunta della ricotta di mandorle

Crumble di castagne – Ricetta

Come preparare un delizioso Crumble di castagne, per impreziosire torte e budini

Un piatto piccante di linguine con le rape

Mi sono recata al mio supermercato personale, l’orto, ho raccolto le rape bianche e le ho trasformate in un piatto di linguine "slurp"

Mense scolastiche: ecco come dovrebbero mangiare i bambini

E' difficile che i bambini che mangiano nelle mense scolastiche godano dell'attenzione necessaria alla loro nutrizione: 10 punti per cambiare

La ricetta degli Gnocchi di borragine

Se l'orto ti regala borragine, tu fanne gnocchi deliziosi

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dei Guadrotti di miglio con nocciole

Un dolce sano, senza glutine e squisito: eccovi la lista degli ingredienti e il procedimento

Torta di mele rovesciata

Oggi v'insegno la ricetta della mia squisita torta di mele rovesciata

Crema di zucca al profumo di rosmarino

Una crema da utilizzare per un dessert, oppure per fare delle crostate, o anche delle fragranti torte salate

Corsi - Prevenzione a tavola

Favette dei morti, ricetta e ingredienti

Per la ricorrenza odierna ho preparato un dolce tradizionale di molte regioni italiane, le favette dei morti

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

Menù giornalieri equilibrati per affrontare il cambio di stagione senza malanni

Giornata mondiale dell’alimentazione: tra coscienza e consapevolezza

Oggi in 150 Paesi si festeggia il World Food Day: da anni Prevenzione a tavola si batte per diffondere una corretta cultura del cibo

Pane di riso cotto fermentato

Una ricetta squisita che ci permette di recuperare gli avanzi di un pasto precedente. Ecco come si prepara

Pancake alle carote con farina di mandorla e semi di papavero

Una rivisitazione più sana, leggera e nutriente del famosissimo dolce americano per la prima colazione

Troppo fruttosio mette a rischio il fegato

Secondo un nuovo studio causa la steatosi epatica non alcolica

Chi mangia pasta ha un’alimentazione più sana e più ricca di nutrienti

E presenta un'assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti, rispetto a chi non la mangia