I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Attività fisica, bastano 20 minuti per “spegnere” l’infiammazione

Meno di mezz’ora per tenere sotto controllo gli stati infiammatori

Pubblicato il 30/01/2017 da Prevenzione a tavola

Bastano 20 minuti di attività fisica moderata per “spegnere” l’infiammazione. Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Brain, behavior and immunity dai ricercatori dell’Università della California di San Diego (Stati Uniti), secondo cui lo sport attiva il sistema immunitario, spingendolo a produrre una risposta anti-infiammatoria. "Ogni volta che ci alleniamo, arrechiamo benefici al nostro corpo sotto diversi punti di vista, anche a livello delle cellule immunitarie - spiega Suzi Hong, che ha coordinato lo studio -. Gli effetti anti-infiammatori dell’esercizio fisico erano già noti, ma scoprire il meccanismo alla base di questo fenomeno può aiutare a massimizzare i benefici ottenuti”.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO: L’alimentazione corretta dopo l’esercizio fisico

La ricerca ha coinvolto 47 individui sani, che sono stati incaricati di camminare su un tapis roulant per 20 minuti. I ricercatori hanno regolato il livello d’intensità del macchinario sulla base della forma fisica di ciascun soggetto. Inoltre, hanno prelevato un campione di sangue da tutti i partecipanti prima e dopo l’esercizio fisico.

Al termine dell’esperimento, è emerso che l’attività fisica aveva stimolato l’attivazione del sistema immunitario, che aveva reagito scatenando una risposta anti-infimmatoria. Di conseguenza, questo processo aveva determinato la riduzione del livello d’infiammazione in tutti i volontari. Secondo gli esperti, i risultati dimostrano quindi che per contrastare gli stati infiammatori non serve allenarsi tanto e a lungo, può essere sufficiente camminare a ritmo sostenuto per meno di mezz’ora.

"Il nostro studio dimostra che una sessione di allenamento non dev’essere intensa per produrre effetti anti-infiammatori – osserva la dottoressa Hong -. Da venti minuti a mezz’ora di attività fisica moderata, come camminare a ritmo sostenuto, potrebbero essere sufficienti. Le persone affette da malattie infiammatorie croniche dovrebbero sempre consultare il proprio medico per conoscere il piano terapeutico più appropriato per la loro condizione, ma sapere che l'esercizio fisico potrebbe agire come un anti-infiammatorio rappresenta un eccitante passo avanti”. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Corsi - Prevenzione a tavola

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore