I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Pesce, chi lo mangia spesso ingerisce 11 mila frammenti di plastica l’anno

Il risultato shock di uno studio belga

Pubblicato il 26/01/2017 da Prevenzione a tavola

Chi mangia regolarmente pesce e molluschi, ogni anno finisce per ingerire oltre 11 mila frammenti di plastica. Lo sostiene un’indagine condotta dai ricercatori dell’Università di Gand (Belgio), secondo cui con il tempo queste microparticelle finiscono per accumularsi all’interno dell’organismo e potrebbero causare danni a lungo termine.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO: Il Pesce è Fresco? 10 Consigli per Capirlo

Gli scienziati spiegano che all’interno degli oceani sono dispersi circa 5 mila miliardi di frammenti di plastica. Secondo le stime, oltre il 99% di questi pezzetti finiscono per raggiungere il corpo umano attraverso l’alimentazione. Per esempio, gli esperti evidenziano che le cozze per nutrirsi filtrano circa 20 litri di acqua al giorno, per cui tendono a ingerire anche microplastiche. Anche se la maggior parte vengono espulse, si può affermare che in media ogni cozza ne contenga un minuscolo frammento.

“Abbiamo dimostrato che questi frammenti entrano nel nostro corpo attraverso il pesce che ingeriamo e possono rimanerci per un po' di tempo - spiega Colin Janssen, che ha diretto il gruppo di ricerca -. Quindi abbiamo bisogno di capire che fine fa quella plastica. Dove va a finire? Viene inglobata e 'dimenticata' dal corpo oppure causainfezioni o altri danni? Non lo sappiamo, ma dovremmo saperlo”.

Gli studiosi avvertono che entro la fine del secolo le persone che consumano abitualmente il pesce rischieranno d’ingerire 780 mila frammenti di microplastica all'anno, di cui 4 mila saranno assorbiti dai loro sistemi digerenti. Pertanto, esprimono la necessità d’intervenire immediatamente per contrastare l’inquinamento marino. “La prossima generazione o quella successiva potrebbero affermare che abbiamo lasciato loro un’eredità di plastica scadente – conclude Janssen -. Dobbiamo fare qualcosa per affrontare questo problema. E dobbiamo farlo ora”. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina

Vuoi ricevere una ricetta gratis al mese? LASCIA LA TUA MAIL QUI e preparati ad assaporare una ricetta buona e salutare!



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Corsi - Prevenzione a tavola

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Corsi - Prevenzione a tavola

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati

Il colesterolo delle uova mette a rischio il cuore?

Nuovo studio riapre il dibattito sulle uova

Arriva la quinoa tutta italiana

Una varietà adattabile alle nostre condizioni climatiche di quinoa, lo pseudocereale delle Ande

Funghi, mantengono giovane il cervello e contrastano la demenza

Lo afferma uno studio pubblicato su Journal of Alzheimer's Disease. Ecco quanti grammi a settimana ne servono.

Berrino, ecco cosa non mangiare per vivere in salute

L'ampiezza del girovita rivela un alto rischio di ammalarsi

Il tè verde migliora la salute intestinale e contrasta l’obesità

Il tè verde incoraggia la crescita di buoni batteri intestinali, e che porta a una serie di benefici che riducono significativamente il rischio di obesità