I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

L’alimentazione contro il reflusso gastroesofageo: 6 accorgimenti utili

Il cibo come al solito può essere già la vera medicina

Pubblicato il 24/01/2017 da Prevenzione a tavola

Ecco qualche consiglio utile per ridurre i fastidi legati al reflusso gastroesofageo. Come spesso accade l'alimentazione corretta può venirci in soccorso.

  • Prova a ridurre il consumo di carne. E' una fonte di colesterolo e grassi (in particolare grassi saturi) e i cibi ricchi di grasso possono promuovere la comparsa dei sintomi del reflusso esercitando un effetto rilassante sullo sfintere gastrico.
  • Non esagerare con gli oli. Anche in questo caso l'abbondanza di grassi potrebbe rilassare lo sfintere gastrico.
  • Fai attenzione all'effetto di latte e formaggi. Potrebbero dare problemi a chi soffre di reflusso, probabilmente perché sono ricchi di grassi saturi.
  • Ascolta i tuoi sintomi. Alcuni alimenti o bevande scatenano i sintomi del reflusso solo in alcune persone; il loro elenco include cioccolato, menta, salsa di pomodoro, bevande gassate, succo d'arancia e caffè.
  • Limita il sale aggiunto. E' una buona scelta anche per proteggere la salute da altri punti di vista!
  • Introduci nella tua alimentazione cibi che aiutano ad alleviare i sintomi. Qualche esempio? Lenticchie, tonno, salmone, uova, verdura, patate, frutta, mandorle e anacardi. Non dimenticare le fonti di fibre: sembrano essere utili. (Fonte)

GUARDA IN ALTO IL VIDEO: I rimedi naturali che contrastano il reflusso gastroesofageo

LEGGI ANCHE: Ritirato in tutta Italia il farmaco anti reflusso

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina

Vuoi ricevere una ricetta gratis al mese? LASCIA LA TUA MAIL QUI e preparati ad assaporare una ricetta buona e salutare!



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali