I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Virus ‘killer’, spegnere una molecola può renderli innocui

Studio ricercatori Bicocca, test in vitro e su modelli animali

Pubblicato il 23/01/2017 da Prevenzione a tavola

Bloccare l'effetto letale di alcuni virus, come Ebola o quello dell'influenza H5N1, contrastando una particolare molecola che portano sulla loro superficie, e rendendoli così potenzialmente innocui. La scoperta arriva dai ricercatori dell'Università di Milano-Bicocca, in collaborazione con l'Università del Maryland e l'Inserm di Lione, appena pubblicata sulla rivista scientifica Nature Scientific Report. In particolare, gli scienziati si sono concentrati su un recettore chiamato TLR4, indispensabile al virus per propagare la sua infezione. In laboratorio è stata creata una molecola sintetica chiamata FP7, che è in grado di bloccare il recettore TLR4: in questo modo, spiegano dalla Bicocca, "si riesce a contrastare molto efficacemente l'effetto letale dei virus, lasciando all'organismo il tempo di reagire e sconfiggere l'infezione". I test per il momento sono stati effettuati in provetta su cellule umane e in vivo sul modello animale.

"Questo studio - dice Francesco Peri, docente di Chimica Organica in Bicocca - rappresenta un'importante conferma sperimentale del fatto che molecole capaci di bloccare il recettore umano TLR4 riescono anche a bloccare la letalità da virus. I virus influenzali infatti infiammano e danneggiano il tessuto polmonare, inducendo il rilascio di sostanze che attivano i recettori TLR4 in modo anomalo, causando una sindrome letale. Se si blocca questo processo, inibendo specificamente l'attivazione dei TLR4, si dà tempo all'organismo di reagire al virus con la risposta immunitaria che normalmente riesce a debellare l'infezione senza gravi conseguenze". Gli scienziati stanno già progettando di completare lo studio di queste molecole, e di brevettare nuovi farmaci capaci di contrastare questi virus. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola".

banner basso postfucina

Vuoi ricevere una ricetta gratis al mese? LASCIA LA TUA MAIL QUI e preparati ad assaporare una ricetta buona e salutare!



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero

Corsi - Prevenzione a tavola

Grassi saturi: sempre più studi ribaltano tutto ciò che sapevamo finora

Oggi sono sempre più numerosi gli studi che ci raccontano tutta un’altra storia rispetto ai grassi cattivi

Il latte di soia fa male ai bambini?

Può essere dato ai bambini? Fa bene o fa male? È il giusto sostituto del latte?

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché gli asparagi sono così buoni per la salute

Cinque ottimi motivi per mangiare gli asparagi e qualche ricetta per utilizzarli in cucina

L’olio extravergine di oliva fa ingrassare?

Quanti cucchiai bisogna consumarne, è meglio a crudo o cotto e altre risposte ai vostri dubbi

5 ottimi motivi per mangiare indivia

L'indivia è una verdura eccezionale per il nostro organismo

Le virtù del Pan di zucchero, la cicoria bianca

Stimola le funzioni intestinali,del fegato e dei reni. Ecco come cucinarla

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ecco cosa mangiare dopo i 60 anni

Ogni età ha la sua dieta: ecco come dovrebbe essere quella degli over 60

Soia ai bambini: sì o no?

Esisterebbe un rischio nel consumo abbondante e prolungato di prodotti di soia: i fitoestrogeni