I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Mangia funghi tossici avrà bisogno di un trapianto di fegato

E' accaduto a Brindisi

Pubblicato il 08/11/2016 da

Ingerisce funghi altamente tossici e ora la sua vita è appesa ad un filo, legato alla urgente necessità di un trapianto di fegato.
È accaduto venerdì scorso a San Donaci quando un 57enne si è risvegliato con fortissimi dolori addominali, accompagnati da vomito e diarrea. Il tutto in conseguenza di un risotto consumato la sera prima con funghi raccolti da lui stesso nel bosco tra San Donaci e Cellino. Funghi risultati poi – come accertato dagli esperti – della specie più nota per la sua pericolosità: l’Amanita phalloides.

GUARDA IL VIDEO IN ALTO: Come riconoscere i funghi tossici

Resosi conto della gravità della situazione, l’uomo si è presentato al Pronto Soccorso del “Perrino” di Brindisi, dove è stato allertato il micologo reperibile dell’Asl, il quale, a seguito della descrizione fornita dall’interessato ed esaminati gli esemplari portati dai familiari, ha formulato la diagnosi, interessando subito del caso il Centro Anti Veleni di Milano per il “protocollo” da attuare in caso d’intossicazione. È stato altresì disposto anche l’esame della ricerca della “a-amanitina” nelle urine, esame che si effettua presso il laboratorio dell’ospedale di Foggia. L’esito è stato quanto di più negativo non potesse immaginarsi, atteso che ne è stato rilevato un alto contenuto: la dose letale nell’uomo è stata quantificata in 0,1 mg/kg di peso corporeo, mentre nel 57enne ne è stata accertata 20 mg/kg.
In conseguenza di ciò, i sanitari del “Perrino” nella mattinata di ieri hanno disposto il trasferimento presso la struttura del Policlinico di Bari al Centro Trapianti Fegato. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di “Prevenzione a tavola”.

banner basso postfucina

Vuoi ricevere una ricetta gratis al mese? LASCIA LA TUA MAIL QUI e preparati ad assaporare una ricetta buona e salutare!



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Castagnaccio con “mandorlotta”

Un castagnaccio speciale, con l'aggiunta della ricotta di mandorle

Crumble di castagne – Ricetta

Come preparare un delizioso Crumble di castagne, per impreziosire torte e budini

Un piatto piccante di linguine con le rape

Mi sono recata al mio supermercato personale, l’orto, ho raccolto le rape bianche e le ho trasformate in un piatto di linguine "slurp"

Mense scolastiche: ecco come dovrebbero mangiare i bambini

E' difficile che i bambini che mangiano nelle mense scolastiche godano dell'attenzione necessaria alla loro nutrizione: 10 punti per cambiare

La ricetta degli Gnocchi di borragine

Se l'orto ti regala borragine, tu fanne gnocchi deliziosi

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dei Guadrotti di miglio con nocciole

Un dolce sano, senza glutine e squisito: eccovi la lista degli ingredienti e il procedimento

Torta di mele rovesciata

Oggi v'insegno la ricetta della mia squisita torta di mele rovesciata

Crema di zucca al profumo di rosmarino

Una crema da utilizzare per un dessert, oppure per fare delle crostate, o anche delle fragranti torte salate

Corsi - Prevenzione a tavola

Favette dei morti, ricetta e ingredienti

Per la ricorrenza odierna ho preparato un dolce tradizionale di molte regioni italiane, le favette dei morti

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

Menù giornalieri equilibrati per affrontare il cambio di stagione senza malanni

Giornata mondiale dell’alimentazione: tra coscienza e consapevolezza

Oggi in 150 Paesi si festeggia il World Food Day: da anni Prevenzione a tavola si batte per diffondere una corretta cultura del cibo

Pane di riso cotto fermentato

Una ricetta squisita che ci permette di recuperare gli avanzi di un pasto precedente. Ecco come si prepara

Pancake alle carote con farina di mandorla e semi di papavero

Una rivisitazione più sana, leggera e nutriente del famosissimo dolce americano per la prima colazione

Troppo fruttosio mette a rischio il fegato

Secondo un nuovo studio causa la steatosi epatica non alcolica

Chi mangia pasta ha un’alimentazione più sana e più ricca di nutrienti

E presenta un'assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti, rispetto a chi non la mangia