I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Trova un verme nel cibo dell’ospedale.

L'Auop ritira subito il piatto

Pubblicato il 09/09/2016 da Prevenzione a tavola

Era in una pietanza di pesce, e non formaggio come appreso in un primo momento, il verme trovato nel cibo all’ospedale di Pisa da una ricoverata. Lo precisa la Azienda ospedaliera universitaria pisana aggiungendo che la partita di pesce «è stata identificata, avviata a ulteriori analisi e non verrà più utilizzata». «Nella giornata di ieri - ricostruisce l’Aoup - è stato segnalato, dai familiari di una paziente ricoverata all’ospedale di Cisanello, che nel vitto diurno distribuito quel giorno è stata servita, nell’ambito di una dieta speciale, una pietanza a base di pesce, regolarmente conservato in congelatore e regolarmente cotto, che conteneva un piccolo verme. L’episodio è stato immediatamente riferito alla responsabile della cucina della ditta Alisea che ha in appalto il servizio di ristorazione ospedaliera, che ha subito ritirato il residuo alimentare riservandosi di procedere alle necessarie verifiche. Contestualmente tutta la partita di quel tipo di pesce conservata nel congelatore è stata identificata, avviata a ulteriori analisi e non verrà più utilizzata».

«Si precisa che l’Aoup - prosegue la nota - effettua periodicamente dei controlli, sia dal punto di vista della sicurezza alimentare sia dal punto di vista dietetico, sulla conservazione, preparazione e distribuzione degli alimenti che vengono serviti dalla suddetta ditta ai pazienti ricoverati e che vengono somministrati ai dipendenti nelle due mense presenti all’interno degli stabilimenti ospedalieri di Cisanello e di S.Chiara. Inoltre controlli periodici sono effettuati, come è prassi in tutte le sedi dove si somministrano alimenti, anche dalla Asl territoriale. Ogni qualvolta si verificano episodi di "non conformità", sia qualitativa che quantitativa, rispetto ai requisiti previsti nel capitolato di appalto, segnalati dai reparti o dai dipendenti, scatta il meccanismo di controllo aziendale per le eventuali sanzioni» (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Corsi - Prevenzione a tavola

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente