I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Sla: morto Salvatore Usala, leader battaglie malati

E' spirato nel pomeriggio all'ospedale Marino di Cagliari

Pubblicato il 07/09/2016 da Prevenzione a tavola

Salvatore Usala, un combattente in sedia a rotelle. Negli ultimi anni, colpito ma mai abbattuto dalla Sla, poteva parlare solo con un macchinario che traduceva in suono le sue indicazioni. O attraverso la moglie, infaticabile, sempre accanto a lui, puntando lo sguardo su una lastra di plastica trasparente con le lettere. Eppure di rumore ne ha fatto tanto: 'Tore' era diventato, con le sue battaglie, il paladino dei diritti dei malati gravissimi contro silenzi, ritardi e omissioni delle istituzioni. Tutto questo a furia di presidi sotto il sole e sotto la pioggia, a Cagliari di fronte alla Regione o all'assessorato alla Sanità, a Roma davanti al Ministero.

Lotte dure: scioperi della fame e della sete e minacce di non ricaricare la bombola del respiratore. Se ne è andato ieri pomeriggio, all'ospedale Marino di Cagliari, davanti al Poetto, a 63 anni. La Sla, come diceva lui con l'ironia che lo ha sempre contraddistinto anche nei momenti più duri, era diventata la sua 'amante' dal 2004. Da alcune settimane le sue condizioni di salute si erano aggravate. Ma anche quest'estate era andato all'assalto della Regione a luglio con uno dei suoi ultimatum: "Da oggi sono in sciopero della fame totale - tuonava in un comunicato stampa datato 6 luglio - meglio morto che essere preso in giro da dilettanti allo sbaraglio". E qualcosa la otteneva sempre. Fondi per i disabili gravi di tutta Italia, progetti per sostenere le famiglie che non ce la facevano più.

E quando le istituzioni non mantenevano le promesse o tardavano a farlo, via con un'altra manifestazione di protesta. In compagnia di altri malati oppure da solo. Era riuscito a far arrivare a casa sua, in una stretta stradina del centro storico di Monserrato, addirittura due ministri, della Salute e del Welfare, Renato Balduzzi ed Elsa Fornero. Due ore di confronto per le risorse per la non autosufficienza. Con Tore che trattava alla pari: ascoltava, rilanciava e minacciava ulteriori mobilitazioni. Era il 2012. Naturalmente era diventato il numero uno del Comitato nazionale 16 novembre, punto di riferimento delle battaglie di tutta Italia. In nome del diritto alla salute sancito dalla Costituzione. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Troppo sale, grassi e zuccheri nella carne ‘vegetale’

Una ricerca analizza hamburger, falafel, salsicce, polpette a base di tofu, soia e cereali. I risultati non sono entusiasmanti.

Queste bibite aumentano il rischio di morte

Studio condotto su dieci paesi relativo consumo di bibite, sia zuccherate sia con dolcificanti ipocalorici,

Mangi e non ingrassi? Ecco svelato il motivo

Un nuovo studio chiarisce ora il motivo di questa fortuna. E c'entrano le cellule adipose

Il vino rosso protegge l’intestino, combatte l’obesità e il colesterolo cattivo

Nuova ricerca rivela i benefici del vino rosso, basta anche un bicchiere ogni due settimane

Sindrome da rientro? Bastano 8 bicchieri d’acqua al giorno

Una corretta idratazione e una sana alimentazione garantiscono un ritorno più soft alla vita di tutti i giorni

Corsi - Prevenzione a tavola

Proteine vegetali per vivere più a lungo e in salute

Cala il rischio generale e quello per cause cardiovascolari, le conferme di un nuovo studio

Muore meno di malattie croniche chi mangia verdura, frutta e proteine vegetali

Questo dicono i risultati molto chiari di un nuovo studio

Due cibi potrebbero essere in grado di proteggere dalle demenze

La fosfatidilcolina potrebbe essere la sostanza protettiva contro l'Alzheimer e demenze

Corsi - Prevenzione a tavola

Come preparare il succo d’anguria in 1 minuto

Un'idea geniale e rinfrescante per questi giorni di caldo

Scottature al sole: i cibi che aumentano il rischio

Per proteggersi dalle scottature non basta mettere la crema, ma anche evitare alcuni alimenti

Alla scoperta della merendella, la deliziosa pesca calabrese

Incrocio tra pesca e mela, la merendella ha trovato in Calabria (e in alcune zone della Sicilia) il suo habitat naturale

Combattere il caldo con la giusta alimentazione

Alcuni cibi e abitudini possono aiutarci a sopportare meglio le alte temperature di questo periodo

Più tazzine di caffè non aumentano il rischio di cancro, ma cuore a rischio

E' quanto emerge da due studi vasti australiani

Ricotta di bufala: alimento anti-caldo, ricca di calcio e fosforo

Utile nel recupero dell'equilibrio energetico e per il reintegro dei sali minerali

Le bibite zuccherate potrebbero aumentare il rischio di cancro

Che fossero legate a diabete e obesità già lo si sapeva, ma adesso un motivo in più per non farne uso