I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Trombosi: la malattia che uccide più dei tumori

In Europa uccide più del cancro al seno e alla prostata, di incidenti stradali e AIDS messi assieme, ma due italiani su tre la ignorano. A rischio soprattutto le donne

Pubblicato il 01/09/2016 da Prevenzione a tavola

Pochi conoscono la trombosi, eppure si tratta di un meccanismo alla base di circa il 25 per cento di tutti i decessi, responsabile di 400mila morti ogni anno soltanto nel nostro Paese. Due italiani su tre non hanno idea di che cosa sia, non ne sanno riconoscere i sintomi premonitori, non sanno quali siano i fattori di rischio: lo rivelano dati raccolti dall’Associazione per la Lotta alla Trombosi e le malattie cardiovascolari – Onlus (ALT).

Malattia misconosciuta

La trombosi consiste nella formazione di coaguli di sangue, che poi vanno a occludere vene o arterie provocando infarti, ictus e trombosi venose, o nella liberazione di emboli che colpiscono gli arti inferiori (la cosiddetta arteriopatia periferica) o i polmoni (embolia polmonare). È un problema molto frequente, tanto che si stima che ogni anno in Europa si muoia più per colpa della trombosi che per tumori al seno e alla prostata, incidenti stradali e AIDS messi assieme. In realtà si potrebbe anche prevenire: una delle situazioni a maggior rischio, ad esempio, è il ricovero ospedaliero visto che oltre metà dei casi si verifica in degenti o pazienti dimessi da poco, provocando più decessi delle polmoniti o delle temute infezioni ospedaliere. Prendere provvedimenti per ridurre la probabilità di una tromboembolia durante o dopo un ricovero è possibile, così come lo è condurre uno stile di vita sano che diminuisca al minimo la tendenza a formare trombi.

Potrebbe interessarti anche Trombosi, quell’ostacolo del sangue che è possibile prevenire

«Una nostra indagine ha evidenziato che anche chi ha sentito parlare di malattie da trombosi non conosce la loro reale incidenza e ne sottovaluta la pericolosità», spiega Lidia Rota Vender, presidente ALT.Pochi conoscono la trombosi, eppure si tratta di un meccanismo alla base di circa il 25 per cento di tutti i decessi, responsabile di 400mila morti ogni anno soltanto nel nostro Paese. Due italiani su tre non hanno idea di che cosa sia, non ne sanno riconoscere i sintomi premonitori, non sanno quali siano i fattori di rischio: lo rivelano dati raccolti dall’Associazione per la Lotta alla Trombosi e le malattie cardiovascolari – Onlus (ALT). Continua a leggere…



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

I carciofi sono facili da preparare: come pulirli e due ricette

L'autunno e l'inverno sono le stagioni perfette per gustare i carciofi: ecco come pulirli, prepararli e gustarli

Come preparare una deliziosa vellutata di carote e patate

Ingredienti e procedimento per una squisita vellutata, sana e nutriente

I cibi che fanno tornare il buonumore in inverno

Ecco i cibi che sorreggono il nostro umore, in quanto aiutano il rilascio di serotonina e rinforzano il sistema immunitario

Vivere più a lungo? Basta bere tè tre volte a settimana

Un nuovo studio afferma che il tè riduce il rischio di malattie cardiovascolari e il tasso di mortalità

Il cibo influenza subito la qualità del seme maschile

Troppi zuccheri peggiorano la qualità dello sperma, dieta sana la migliora. Ecco cosa mangiare

Corsi - Prevenzione a tavola

Il peperoncino allunga la vita: dimezza rischio di morte per ictus e infarto

Una buona notizia per gli amante del piccante, specie per chi lo usa 4 volte alla settimana

Colesterolo alto: cosa mangiare a Natale?

Ecco i cibi consigliati e quelli da evitare da mangiare durante le feste per chi soffre di colesterolo alto

Esagerare a cena mette in pericolo il cuore

Il cuore delle donne corre il rischio maggiore

Corsi - Prevenzione a tavola

Proteggi il tuo cuore con pasta integrale, peperoncino, caffè e cioccolato fondente

Gli alimenti, se scelti con cura e cucinati nella maniera giusta, sono i veri farmaci del futuro

DOLCI, online il nostro nuovo corso di cucina

Dolci squisiti senza zucchero ma con dolcificanti naturali più sani, senza farine raffinate e senza latte

L’aspartame è pericoloso per la salute?

Ecco cosa dicono alcuni studi recenti e come sono regolamentati in Europa gli additivi alimentari

Mela rosa dei Sibillini utile nella prevenzione di malattie cardiovascolari e neurodegenerative

Lo dimostrano i risultati di uno studio dell'Università di Camerino sulle proprietà salutistiche del frutto

Scampi e gamberi italiani pieni di microplastiche

I ricercatori delle Università di Cagliari e delle Marche hanno scovato un'alta concentrazione nei crostacei

Un avocado al giorno toglie il colesterolo cattivo di torno

La scoperta dei ricercatori americani: Bisogna includerlo nella propria alimentazione

Gli integratori non sostituiscono un’alimentazione corretta né i farmaci

Il Ministero della Salute ha stilato un Decalogo per il corretto uso degli integratori: "non esistono prodotti miracolosi"