I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ogni anno 5mila casi di Salmonella, d’estate aumenta rischio

Attenzione a cibi comprati in strada

Pubblicato il 29/08/2016 da Prevenzione a tavola

Non è mortale ma in alcuni casi può essere grave e in estate vede aumentare le probabilità di contagio. Uno dei nemici dei mesi caldi è la salmonella, batterio che può insinuarsi in molti alimenti e bevande comprate da ambulanti. "La salmonellosi colpisce ogni anno circa 5000 persone, soprattutto bimbi. I numeri sono molto diminuiti se si pensa che si registravano 20.000 casi l'anno negli anni Novanta, ma parliamo ancora della punta di un iceberg. I sintomi infatti sono confondibili con quelli di altre infezioni intestinali, spesso quindi non viene diagnosticata", spiega all'ANSA Patrizia Laurenti, docente di Igiene presso l'Istituto di Sanità pubblica dell'Università Cattolica di Roma.

Il batterio è a trasmissione orofecale, ovvero non si trasmette tramite respiro, saliva o condividendo un bicchiere o un pasto con una persona infetta, ma solo attraverso escrementi: prime indiziate sono le uova, ma anche tutti i cibi che vengono maneggiati senza la dovuta attenzione.

Il rischio c'è sempre ma, aggiunge, "d'estate è più facile comprare cibo da venditori ambulanti. Un classico esempio sono le grattachecche o il cocco che si vendono in spiaggia. In quei casi non è assicurato che siano rispettate le norme di igiene previste". Solo in soggetti fortemente immunodepressi la salmonella può esser letale. Tuttavia può provocare forte disidratazione, che va contrastata assumendo molti liquidi. Per evitare il contagio, cuocere sempre carne e pesce, lavarsi le mani dopo aver toccato l'esterno delle uova, far bollire il latte crudo.

Se si viaggia in paesi esotici, come Africa o Sud Est Asiatico, bisogna inoltre fare attenzione all'acqua, al ghiaccio e a tutte le verdure crude lavate con acqua che può esser contaminata.

"In questi casi - conclude Laurenti - si possono assumere in via preventiva fermenti lattici, che possono aiutare a mantenere in buona salute la flora batterica intestinale, rendendola in grado di difendersi meglio dall'infezione". (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Corsi - Prevenzione a tavola

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Corsi - Prevenzione a tavola

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati

Il colesterolo delle uova mette a rischio il cuore?

Nuovo studio riapre il dibattito sulle uova

Arriva la quinoa tutta italiana

Una varietà adattabile alle nostre condizioni climatiche di quinoa, lo pseudocereale delle Ande