I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Asciugamano in freezer per dormire nonostante il gran caldo

E anche un pizzico di sale in piu

Pubblicato il 28/07/2016 da Prevenzione a tavola

Occhi sbarrati per il caldo. Quando il termometro supera i 24 gradi di temperatura, come in questi ultimi giorni di luglio, è difficile dormire senza svegliarsi continuamente. Per riposare al meglio, però, bastano alcuni semplici accorgimenti, come quelli suggeriti da Antonio Voza, responsabile del pronto soccorso - Eas dell'ospedale Humanitas, sul sito Humanitas Salute, che riprende le indicazioni della National Sleep Foundation americana.

Impacchi freschi - Metti in freezer un asciugamano da viso umido e poi usalo come una compressa per placare la sensazione di calore sul corpo, è il primo consiglio.

Il caldo sale - Il futon è il tipico letto giapponese che poggia direttamente sul pavimento. Dormirci su può aiutare a superare le notti afose: "Provare a dormire il più in basso possibile non è una cattiva idea. L’aria calda infatti tende a salire", dice Voza. Lo stesso principio vale se si vive in una casa a più piani: perché non provare a scendere al piano terra se abitualmente si dorme ai piani elevati?

Una doccia prima di andare a letto - Strano, ma qualcuno preferisce docce calde o bagni caldi quando il termometro segna valori piuttosto alti. Il problema, in questi casi, è che una doccia calda fa aumentare l’umidità, ricorda la National Sleep Foundation. Meglio una "doccia tiepida: l’effetto rinfrescante sarà più duraturo".

Caldo uguale spossatezza - "Se non si stanno prendendo farmaci per l’ipotensione, un pizzico di sale in più può andar bene", sottolinea lo specialista.

Stomaco pieno ma non pienissimo - "Il consiglio è quello di mangiare leggero. Meglio un frutto con acqua, vitamine e sali minerali: rinfresca, idrata e reintegra", prosegue. L’ideale è una fetta d'anguria. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali