I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

La bicicletta: valido strumento per allontanare il diabete

Secondo uno studio danese pedalare diminuirebbe il rischio di insorgenza di diabete, e maggiori sono i km pedalati, minore il pericolo

Pubblicato il 14/07/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

«Uno dei giorni più importanti della mia vita è stato quando ho imparato ad andare in bicicletta», diceva il grande attore inglese Michael Palin. L'importanza delle due ruote sulla nostra esistenza viene spesso sottovalutata. Svago, mezzo di trasporto, sport o anche semplice strumento per mantenersi in forma: la bicicletta può essere tantissime cose. Perché no, anche un alleato fondamentale per la nostra salute. In questi giorni, uno studio dei ricercatori danesi della Syddansk Universitet, pubblicato sulla rivista specializzata PLOS Medicine, ha affermato come il movimento sulle due ruote può aiutare a prevenire il rischio di insorgenza del diabete, anche dopo aver raggiunto i 50 anni.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO: Le regole per prevenire e tenere sotto controllo il diabete

Si tratta di una scoperta molto importante in un periodo in cui tale patologia spaventa sempre di più. Complici lo stile di vita sedentario e l'epidemia di obesità, il diabete rappresenta infatti una malattia in forte aumento: secondo le stime dell'International Diabetes Federation, al giorno d'oggi ben 415 milioni di persone nel mondo ne soffrirebbero, con un costo in termini di vite umane di 14 mila decessi ogni giorno. Dati enormi eppure considerati addirittura bassi dai ricercatori australiani della Monash University, secondo cui le statistiche reali intorno al diabete sarebbero molto più corpose a causa di test non sempre eseguiti correttamente, o di strumenti diagnostici non adeguati, o ancora di persone che non sanno di essere malate perché non si sono sottoposte agli esami di rito. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Frutta e verdura migliorano la fertilità maschile

Due mesi di frutta e verdura migliorano la salute degli spermatozoi

Riso integrale al pesto di fave con profumo di menta

Oggi voglio condividere con voi questa ricetta semplice, veloce, sfiziosa

Miele di corbezzolo, nuova arma contro il tumore

Bloccherebbe la crescita delle cellule del tumore al colon

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Corsi - Prevenzione a tavola

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Corsi - Prevenzione a tavola

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition