I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Troppa carne rossa un danno per i reni

Con più alte quantità cresce rischio insufficienza renale

Pubblicato il 13/07/2016 da Prevenzione a tavola

Mangiare molta carne rossa può essere un danno per i reni. Aumenta infatti il rischio di sviluppare insufficienza renale, un disturbo per il quale questi organi non riescono del tutto o in buona parte a svolgere le proprie normali funzioni depurative. Al contrario, altre fonti di proteine possono preservarne la salute. È quanto emerge da uno studio della National University of Singapore, pubblicato sulla rivista Journal of the American Society of Nephrology.

LEGGI ANCHE: Efsa, carni suine crude prima causa epatite E in Europa

Gli studiosi hanno preso in esame i dati del Singapore Chinese Health Study, uno studio su 63.257 cinesi adulti a Singapore. Il consumo di carne rossa era per il 97 per cento costituito da quella di maiale, mentre altre fonti di proteine erano pollame, pesce o frutti di mare , uova, latticini, soia e legumi.

I partecipanti allo studio sono stati seguiti per oltre 15 anni e i risultati hanno mostrato che il consumo di carne rossa era fortemente associato a un aumentato rischio di insufficienza renale in una maniera strettamente dipendente dalle dosi. Coloro che mangiavano le più alte quantità di carne rossa avevano un rischio del 40% più elevato di sviluppare insufficienza renale rispetto a chi invece ne consumava le quantità più basse.

Nessuna associazione è stata trovata, al contrario, con pollame , pesce, uova o latticini , mentre la soia e legumi sembravano avere un effetto leggermente protettivo. Sostituire sistematicamente una delle porzioni di carne rossa con altre proteine contribuiva invece a ridurre il rischio fino al 62%. (Fonte)

Inizia subito a cucinare e mangiare sano prevenendo le malattie croniche: acquista il Corso online di "Prevenzione a tavola" a 70 € invece che 95.

banner basso postfucina



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero