I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Due selfie alla pancia a distanza di 12 ore: ecco come ha fatto

Ecco l'esperimento della fitness blogger su Facebook

Pubblicato il 23/06/2016 da Prevenzione a tavola

Tiffany Brien, una fitness blogger, ha deciso di mostrare con due foto pubblicate sul suo profilo Facebook quanto il corpo non sia statico e perfetto ma estremamente suscettibile alle abitudini, allo stress e anche all’umore. Tiffany Brien si è scattata due selfie davanti allo specchio, identici, a distanza di 12 ore. Nel primo Tiffany sembra fuori forma con una pancia molto gonfia. Nel secondo selfie, scattato soltanto dopo 12 ore, Tiffany sembra molto più tonica e in forma con una pancia decisamente meno gonfia.

“Non tutti siamo ciò che sembriamo sui social network. Ho pensato di condividere una brutta giornata con voi per mostrarvi nessuno è perfetto ed è giusto avere un giorno di riposo in cui il nostro corpo decide semplicemente di non essere in sintonia con noi”, ha scritto la blogger. Per Tiffany però questa altalena di emozioni e di reazioni con il proprio corpo non è altro che un qualcosa di intrinsecamente femminile, e dunque un valore, oltre che la normalità.

“Non preoccupatevi ragazze, succede a tutte ed è una parte integrante dell’essere donna! È un delizioso mix di mancanza di sonno, stress, ormoni e intolleranze alimentari. Una miscela esplosiva che provoca un gran gonfiore. Può essere causato da qualcosa che si mangia o da una combinazione di stress, mancanza di sonno, stipsi, la cattiva abitudine di parlare mentre si mangia, celiachia, intolleranze alimentari”.

Cosa fare allora per far sparire il gonfiore?

Tiffany Brien consiglia: “Yoga, passeggiate con il cane, stare in piedi, guardare una serie tv, dormire, scrivere un diario del cibo e tenere d’occhio il gonfiore. Non fare esercizi perché è gonfiore, non grasso, e l’esercizio molto probabilmente non farà altro che peggiorare la situazione. Mangiare il giusto (non di meno, solo il necessario), bere tè alla menta per dare sollievo allo stomaco, rilassarsi ed essere felice”. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Corsi - Prevenzione a tavola

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca