I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Due porzioni di cereali al giorno riducono rischio di morte del 9%

Una revisione dei risultati di 45 studi, appena pubblicata dal British Medical Journal

Pubblicato il 23/06/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Un gruppo di ricercatori dell’Imperial College di Londra, guidato da Dagfinn Aune, è intervenuto in merito alla pubblicazione dei risultati di uno studio pubblicato due giorni fa daCirculation e condotto presso l’Università di Boston, in cui si evidenzia che ogni porzione aggiuntiva di cereali integrali consumata ogni giorno sarebbe legata ad una riduzione del rischio di morte per malattie cardiovascolari del 9% e a una riduzione del rischio di morte per cancro del 5%.

In particolare, i ricercatori londinesi hanno tenuto a precisare le dimensioni della porzione di cereali, che effettivamente erano poco chiare nell’articolo precedente.” Una porzione di cereali integrali – hanno precisato – può essere rappresentata da una mezza tazza di riso cotto, di farina d’avena cotta o di pasta cotta di grano intero al 100%, o da una fetta di pane integrale”.

GUARDA IL VIDEO IN ALTO: Dott.ssa Cevoli - La differenza tra cereali integrali, perlati e decorticati

Nella nuova revisione pubblicata dal BMJ – che ha considerato i dati di 45 studi che hanno coinvolto più di 700.000 persone, con un totale di 100.000 decessi durante il follow-up – i ricercatori hanno evidenziato la più grande differenza nel rischio di morte tra le persone che hanno mangiato due porzioni di cereali integrali al giorno, rispetto a coloro che non ne consumavano per niente. In particolare, chi consuma due porzioni di cereali integrali al giorno mostra un rischio minore di morte per malattia coronarica, malattie cardiovascolari, ictus, cancro, malattie respiratorie, malattie infettive e diabete.

Aune ha tenuto a precisare che questa revisione fornisce una valutazione più completa del consumo di cereali integrali in relazione alla mortalità e suggerisce i benefici del consumo di grosse quantità di cereali integrali in relazione al rischio di morte per diverse malattie. E ha aggiunto che probabilmente i benefici osservati si devono all’intero gruppo di sostanze ritrovabili nei cereali integrali. In conclusione, i cereali per la prima colazione, il pane integrale e la crusca sono stati associati con un minor rischio di malattie cardiovascolari, ma in linea generale, i tipi di grano specifici non sono stati studiati in modo più dettagliato. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Corsi - Prevenzione a tavola

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore