I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Anche il cuore vuole dormire, 5 ore a notte lo danneggiano

Non solo l'ipertensione, poco sonno crea danni cardiaci

Pubblicato il 08/06/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Dormire solo cinque ore a notte altera i ritmi del battito cardiaco e gli effetti negativi sulla salute del cuore sono ancora peggiori se si dorme nelle ore sbagliate ,ossia di giorno.

Ad osservare le conseguenze di una quantita' di sonno inadeguata su un gruppo di 27 adulti sani e' un nuovo studio pubblicato sulla rivista 'Hypertension' a firma di Daniela Grimaldi della Northwestern university Feinberg School of medicine. La ricerca suona un campanello d'allarme in particolare per i lavoratori notturni.

IN ALTO IL VIDEO: Come intervenire in caso di infarto, ischemia e angina

I volontari sono stati divisi in due gruppi e per una settimana hanno dormito solo 5 ore ogni 24, ma un gruppo le ha dormite di notte e l'altro di giorno. I ricercatori hanno misurato ripetutamente una serie di marker:la pressione sanguigna,il ritmo cardiaco,la variazione degli intervalli tra un battito e l'altro, i livelli dell'ormone dello stress norepinefrina nelle urine, ecc.

Questi gli esiti del rapporto:la pressione sanguigna e'rimasta stabile, ma il ritmo cardiaco si e' innalzato in tutti i volontari. Nel gruppo costretto a dormire nelle ore diurne, i livelli di norepinefrina sono risultati piu' elevati, e la variabilita' del battito cardiaco e'scesa durante le ore di veglia. "La diminuzione della variabilita' del ritmo dei battito cardiaci e' considerata un'indicazione di rischio cardiovascolare", ha spiegato Grimaldi.

Ma i segnali piu' allarmanti sono stati osservati durante la cosiddetta fase di sonno a 'onde lente', quando usualmente la pressione ed il ritmo cardiaco si abbassano e permettono la 'ricarica' del muscolo cardiaco.

Nei volontari, di entrambi i gruppi il ritmo cardiaco e' invece aumentato. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Corsi - Prevenzione a tavola

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?