I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Uso massiccio antibiotici può rallentare formazione neuroni

Studio su topi, effettI su flora batterica intestino

Pubblicato il 26/05/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

L'uso prolungato di antibiotici potrebbe rallentare la formazione di neuroni, creando problemi alla memoria. Lo ha dimostrato uno studio, per ora solo sui topi, del Max-Delbrueck-Centre for Molecular Medicine di Berlino, pubblicato dalla rivista Cell Reports, secondo il quale a causare il fenomeno sono i cambiamenti provocati dal farmaco sulla flora batterica intestinale (microbioma).

GUARDA IN ALTO IL VIDEO ALLARMANTE I ricercatori hanno 'spento' il microbioma delle cavie con forti dosi di antibiotici ad ampio spettro. Rispetto ai topi non trattati, quelli che hanno ricevuto gli antibiotici hanno mostrato molte meno cellule nervose nuove nella parte del cervello chiamata ippocampo, con una minore capacità di immagazzinare nuovi ricordi. A fare da 'intermediarie' tra intestino e cervello sono probabilmente le cellule immunitarie chiamate monociti Ly6Chi, il cui livello cala drasticamente alla scomparsa del microbioma. L'effetto, spiega Susanne Wolf, l'autore principale, è stato annullato ripristinando la flora batterica con probiotici ed esercizio fisico. "Se anche i risultati fossero applicabili all'uomo non vorrebbe dire che tutti gli antibiotici interferiscono con il cervello - sottolinea Wolf -, perchè la combinazione e le dosi usate sono estremamente potenti. E' possibile però che un effetto simile si possa avere con trattamenti che prevedono l'uso di lungo periodo. quella che abbiamo scoperto è una nuova via di comunicazione tra il cervello e le periferie, che potrebbe essere usata per il trattamento di alcune malattie psichiatriche".  (ANSA)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Queste bibite aumentano il rischio di morte

Studio condotto su dieci paesi relativo consumo di bibite, sia zuccherate sia con dolcificanti ipocalorici,

Mangi e non ingrassi? Ecco svelato il motivo

Un nuovo studio chiarisce ora il motivo di questa fortuna. E c'entrano le cellule adipose

Il vino rosso protegge l’intestino, combatte l’obesità e il colesterolo cattivo

Nuova ricerca rivela i benefici del vino rosso, basta anche un bicchiere ogni due settimane

Sindrome da rientro? Bastano 8 bicchieri d’acqua al giorno

Una corretta idratazione e una sana alimentazione garantiscono un ritorno più soft alla vita di tutti i giorni

Proteine vegetali per vivere più a lungo e in salute

Cala il rischio generale e quello per cause cardiovascolari, le conferme di un nuovo studio

Corsi - Prevenzione a tavola

Muore meno di malattie croniche chi mangia verdura, frutta e proteine vegetali

Questo dicono i risultati molto chiari di un nuovo studio

Due cibi potrebbero essere in grado di proteggere dalle demenze

La fosfatidilcolina potrebbe essere la sostanza protettiva contro l'Alzheimer e demenze

Come preparare il succo d’anguria in 1 minuto

Un'idea geniale e rinfrescante per questi giorni di caldo

Corsi - Prevenzione a tavola

Scottature al sole: i cibi che aumentano il rischio

Per proteggersi dalle scottature non basta mettere la crema, ma anche evitare alcuni alimenti

Alla scoperta della merendella, la deliziosa pesca calabrese

Incrocio tra pesca e mela, la merendella ha trovato in Calabria (e in alcune zone della Sicilia) il suo habitat naturale

Combattere il caldo con la giusta alimentazione

Alcuni cibi e abitudini possono aiutarci a sopportare meglio le alte temperature di questo periodo

Più tazzine di caffè non aumentano il rischio di cancro, ma cuore a rischio

E' quanto emerge da due studi vasti australiani

Ricotta di bufala: alimento anti-caldo, ricca di calcio e fosforo

Utile nel recupero dell'equilibrio energetico e per il reintegro dei sali minerali

Le bibite zuccherate potrebbero aumentare il rischio di cancro

Che fossero legate a diabete e obesità già lo si sapeva, ma adesso un motivo in più per non farne uso

Lo straordinario ortaggio che sembra un pomodoro ma non lo è

Rosso, rotondo e dalle molte proprietà salutari, viene coltivato in Basilicata