I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Farmaco aumenta rischio difetti alla nascita

Puo' essere collegato a un aumento del rischio di difetti alla nascita

Pubblicato il 24/05/2016 da Prevenzione a tavola

Washington - Un farmaco usato per il trattamento del dolore, dell'epilessia, dell'ansia e di altri disturbi puo' essere collegato a un aumento del rischio di difetti alla nascita. Si tratta del pregabalin usato piu' frequentemente per l'epilessia, la fibromialgia e il dolore neuropatico. A scoprire il legame tra il farmaco e un aumentato rischio di difetti alla nascita e' stato uno studio condotto dallo Swiss Teratogen Information Service dell'Ospedale universitario vodese. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Neurology. I ricercatori hanno esaminato i dati di 164 donne che avevano assunto pregabalin durante la gravidanza e di 656 donne incinte che non avevano preso il farmaco, tutte provenienti da 7 paesi diversi.

Tra le donne incinte che hanno assunto il farmaco, 115 lo facevano per il dolore neuropatico, 30 per disturbi psichiatrici (epilessia, ansia, disturbo bipolare e psicosi), 5 per l'epilessia e una per la sindrome delle gambe senza riposo. Ebbene dai risultati e' emerso che le donne che hanno assunto il pregabalin nei primi tre mesi di gravidanza hanno avuto un rischio triplicato di mettere al mondo un bambino con difetti maggiori alla nascita. In particolare, queste donne avevano 6 volte piu' probabilita' di partorire un figlio con un grave difetto del sistema nervoso centrale, rispetto alle donne che non hanno assunto il farmaco. "Non possiamo trarre conclusioni definitive da questo studio, dal momento che molte delle donne stavano prendendo altri farmaci che potrebbe aver giocato un ruolo nei difetti di nascita e perche' lo studio e' piccolo ed i risultati devono essere confermati con studi piu' ampi", ha detto Ursula Winterfeld, autrice dello studio. "Ma questo risultati indicano che ci puo' essere un aumento del rischio di difetti maggiori alla nascita dopo l'assunzione di pregabalin durante il primo trimestre di gravidanza", ha concluso. (AGI) .



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Corsi - Prevenzione a tavola

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente