I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Sniffa due bustine di Oki a scuola per sballarsi: 15enne finisce in ospedale

Dopo le prime cure si è reso necessario il trasferimento al pronto soccorso

Pubblicato il 13/05/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Ha sniffato due bustine di Oki mentre era a scuola e si è sentita male. Voleva lo sballo a tutti i costi la studentessa di 15 anni, che frequenta la prima classe del liceo biologico Mazzocchi a Pennile di Sotto, anche a costo di mettere a repentaglio la sua stessa vita. I fatti sono avvenuti lunedì mattina nella scuola in provincia di Ascoli Piceno, dove la ragazzina si è sentita male a scuola dopo aver sniffato il noto farmaco antinfiammatorio, divenuto negli ultimi tempi uno stupefacente molto utilizzato dai ragazzi. E’ il Corriere Adriatico a riportare la notizia. Gli insegnanti si sono subito accorti che qualcosa non andava e hanno richiesto l'intervento dell'ambulanza del 118. Per consentire le operazioni di soccorso gli studenti degli altri corsi sono stati fatti rimanere in classe. Dopo le prime cure si è reso necessario il trasferimento al pronto soccorso dell'ospedale Mazzoni dove è stata tenuta sotto costante osservazione per evitare che il farmaco potesse avere ulteriori effetti collaterali. Non è comunque in pericolo di vita e presto si rimetterà pienamente.

GUARDA IL ALTO IL VIDEO SHOCK

L'Oki e le nuove ‘droghe' La moda, pericolosissima, di sniffare antinfiammatori arriva direttamente dagli Stati Uniti, dove ne parla già da un po’ di tempo. l principio attivo dell’Oki è il “Ketoprofene sale di lisina” la forma farmaceutica del medicinale è granulare, quindi semplice da ridurre in polvere finissima pronto ad essere sniffato. Ma quali sono gli effetti psicoattivi che può veramente provocare l‘oki una volta sniffato?  Secondo il parere dei medici sono davvero minimi, alcuni studenti hanno raccontato di averlo provato, e che lo sballo sia durato soltanto pochi minuti: un po’ di ebrezza iniziale, euforia, eccitazione, ma poi finisce tutto. Negli USA, ad esempio, sembra andare forte il “Destrometorfano Bromidrato” noto anche con l’acronimo di DMX, un antitussivo ottenuto per sintesi chimica a partire dalla “morfina” e contenuto nei farmaci usati contro la tosse ed il raffreddore. “Ormai i ragazzi si accontentano di qualsiasi cosa trovino in circolazione – spiega Enrico Comi, esperto di prevenzione – se trovano la marijuana fumano quella, se c’è cocaina a disposizione ne assumono, altrimenti si accontentano delle bustine di Oki. Non esiste più una droga prevalente, si adattano a qualunque sostanza sia reperibile e si abituano a un po’ di tutto. Lo sballo da Oki mi raccontano che dura poco, dà un po’ di ebrezza, ma niente di più”. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti

La salsa di pomodoro cotta fa bene all’intestino

Nuovo studio: Aumenta l'effetto dei batteri buoni

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta