I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I semi di albicocca comportano rischi di avvelenamento da cianuro

Pubblicato il 03/05/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Consumare più di tre semi piccoli di albicocca crudi, oppure meno di mezzo seme grande per volta può far superare i limiti di sicurezza". Lo scrive l'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (Efsa). Il pericolo, ovviamente, vale a maggior ragione per i bambini: in questo caso basta anche solo un piccolo seme di albicocca per superare i limiti di sicurezza.

IN ALTO IL VIDEO: Le proprietà delle albicocche

Il rischio, scrive l'Efsa, è quello di un avvelenamento da cianuro. Nei semi di albicocca è infatti presente un composto di origine naturale, chiamato “amigdalina”, che si trasforma in cianuro una volta ingerito.

L'intossicazione può causare nausea, febbre, mal di testa, insonnia, sete, letargia e altri sintoni. Nei casi più estremi può portare anche alla morte.

VENDUTI COME ALIMENTO ANTI TUMORALE - L'allarme è scattato in quanto, secondo l'Efsa, la maggior parte dei semi di albicocca crudi in commercio nell'UE sono "importati da Paesi extraeuropei e venduti ai consumatori tramite Internet. I venditori li promuovono come alimento antitumorale e alcuni caldeggiano l'assunzione di 10 o 60 semi al giorno rispettivamente per la popolazione in genere e per i malati di cancro".

LE ALBICOCCHE SONO SICURE -  Ciò ovviamente non vale per le albicocche come alimento, il cui consumo è considerato sicuro al 100% in quanto il seme non entra in contatto con la polpa. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Corsi - Prevenzione a tavola

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero

Grassi saturi: sempre più studi ribaltano tutto ciò che sapevamo finora

Oggi sono sempre più numerosi gli studi che ci raccontano tutta un’altra storia rispetto ai grassi cattivi

Corsi - Prevenzione a tavola

Il latte di soia fa male ai bambini?

Può essere dato ai bambini? Fa bene o fa male? È il giusto sostituto del latte?

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

Perché gli asparagi sono così buoni per la salute

Cinque ottimi motivi per mangiare gli asparagi e qualche ricetta per utilizzarli in cucina

L’olio extravergine di oliva fa ingrassare?

Quanti cucchiai bisogna consumarne, è meglio a crudo o cotto e altre risposte ai vostri dubbi

5 ottimi motivi per mangiare indivia

L'indivia è una verdura eccezionale per il nostro organismo

Le virtù del Pan di zucchero, la cicoria bianca

Stimola le funzioni intestinali,del fegato e dei reni. Ecco come cucinarla

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali