Alcol e carne lavorata: la coppia killer che fa venire il cancro allo stomaco

Un nuovo studio revisionale condotto dai ricercatori dell’Imperial College di Londra, per conto del World Cancer Research Fund (WCRF), ha dimostrato per la prima volta che vi è un forte e stretto legame tra il consumo di alcol e carne lavorata con il cancro allo stomaco.

Le cifre
Secondo il rapporto del WCRF, a rischio elevato di sviluppare il cancro allo stomaco sono coloro che assumono tre o più bevande alcoliche al giorno – equivalenti a oltre 45 grammi di alcol. E che assumono anche l’equivalente di 50 grammi al giorno di carne lavorata, come per esempio due fette di pancetta. Insieme a ciò, ad aumentare il rischio sono alimenti come quelli in salamoia, sotto sale e il pesce essiccato, oltre a l’essere sovrappeso o obesi. Per fortuna, mangiare frutta come per esempio gli agrumi, pare possa far diminuire di un po’ il rischio.

Lo studio
La revisione sistematica ha preso in esame 89 studi provenienti da tutto il mondo, e ha coinvolto in tutto 17,5 milioni di adulti e quasi 77.000 casi di cancro allo stomaco. Secondo i dati, a essere più soggetti al cancro allo stomaco sono gli uomini, rispetto alle donne. Come ‘carni lavorate’ nello studio sono stati inclusi prosciutto, pancetta e salumi in genere, salsicce e wurstel. «Questa nuova prova ci offre un quadro più chiaro – ha commentato la dott.ssa Rachel Thompson, a capo della ricerca presso il WCRF – Ora possiamo dire per la prima volta che bere alcol, mangiare carni lavorate ed essere in sovrappeso o obesi possono aumentare il rischio di sviluppare il cancro allo stomaco. Questi risultati si spera possano aiutare le persone a capire meglio ciò che aumenta il rischio di cancro in modo che possano prendere decisioni informate circa i loro stili di vita».

Risultati chiave
In base al rapporto, così come riportato nella nota del WCRF, si legge che

  • C’è una forte evidenza che il consumo di circa tre o più bevande alcoliche al giorno aumenta il rischio di cancro allo stomaco.
  • C’è una forte evidenza che il consumo di cibi conservati sotto sale aumenta il rischio di cancro allo stomaco. La ricerca si riferisce principalmente agli alimenti ad alto contenuto di sale e cibi salati conservati, tra cui verdure sott’olio e sotto sale o pesce secco, come tradizionalmente preparato in Asia orientale.
  • C’è una forte evidenza che il consumo di carne lavorata aumenta il rischio di cancro non-cardias stomaco.
  • C’è una forte evidenza che l’essere sovrappeso o obesi aumenta il rischio di cancro allo stomaco cardias. Essere in sovrappeso o obesi è stata valutata mediante l’indice di massa corporea (BMI). (Fonte)
Condividi il post

Come preparare dei deliziosi Panini con semi oleosi

Continuiamo a sbizzarrirci con il pane Dopo la Ricetta del…

La ricetta degli Gnocchi di borragine

La borragine è cresciuta rigogliosa nel nostro orto e così…

Pane di riso cotto fermentato

L’ho imparato studiando la macrobiotica, ed è chiamato pane kaju.…

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa, grazie alle proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Tieniti in-forma(to)

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

Connettiti con noi sui social

Leggi le ultime su

Goditi i video su

© Prevenzione a tavola - Partita Iva: 02739610992 - REA: 507759



I nostri corsi sono validati da: