I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Alcol e carne lavorata: la coppia killer che fa venire il cancro allo stomaco

Uno studio del World Cancer Research Fund ha per la prima volta dimostrato uno stretto legame tra il consumo di alcol e carne lavorata con il cancro allo stomaco

Pubblicato il 27/04/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Un nuovo studio revisionale condotto dai ricercatori dell’Imperial College di Londra, per conto del World Cancer Research Fund (WCRF), ha dimostrato per la prima volta che vi è un forte e stretto legame tra il consumo di alcol e carne lavorata con il cancro allo stomaco.

Le cifre
Secondo il rapporto del WCRF, a rischio elevato di sviluppare il cancro allo stomaco sono coloro che assumono tre o più bevande alcoliche al giorno – equivalenti a oltre 45 grammi di alcol. E che assumono anche l’equivalente di 50 grammi al giorno di carne lavorata, come per esempio due fette di pancetta. Insieme a ciò, ad aumentare il rischio sono alimenti come quelli in salamoia, sotto sale e il pesce essiccato, oltre a l’essere sovrappeso o obesi. Per fortuna, mangiare frutta come per esempio gli agrumi, pare possa far diminuire di un po’ il rischio.

Lo studio
La revisione sistematica ha preso in esame 89 studi provenienti da tutto il mondo, e ha coinvolto in tutto 17,5 milioni di adulti e quasi 77.000 casi di cancro allo stomaco. Secondo i dati, a essere più soggetti al cancro allo stomaco sono gli uomini, rispetto alle donne. Come ‘carni lavorate’ nello studio sono stati inclusi prosciutto, pancetta e salumi in genere, salsicce e wurstel. «Questa nuova prova ci offre un quadro più chiaro – ha commentato la dott.ssa Rachel Thompson, a capo della ricerca presso il WCRF – Ora possiamo dire per la prima volta che bere alcol, mangiare carni lavorate ed essere in sovrappeso o obesi possono aumentare il rischio di sviluppare il cancro allo stomaco. Questi risultati si spera possano aiutare le persone a capire meglio ciò che aumenta il rischio di cancro in modo che possano prendere decisioni informate circa i loro stili di vita».

Risultati chiave
In base al rapporto, così come riportato nella nota del WCRF, si legge che

  • C’è una forte evidenza che il consumo di circa tre o più bevande alcoliche al giorno aumenta il rischio di cancro allo stomaco.
  • C’è una forte evidenza che il consumo di cibi conservati sotto sale aumenta il rischio di cancro allo stomaco. La ricerca si riferisce principalmente agli alimenti ad alto contenuto di sale e cibi salati conservati, tra cui verdure sott’olio e sotto sale o pesce secco, come tradizionalmente preparato in Asia orientale.
  • C’è una forte evidenza che il consumo di carne lavorata aumenta il rischio di cancro non-cardias stomaco.
  • C’è una forte evidenza che l’essere sovrappeso o obesi aumenta il rischio di cancro allo stomaco cardias. Essere in sovrappeso o obesi è stata valutata mediante l’indice di massa corporea (BMI). (Fonte)


banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

I carciofi sono facili da preparare: come pulirli e due ricette

L'autunno e l'inverno sono le stagioni perfette per gustare i carciofi: ecco come pulirli, prepararli e gustarli

Come preparare una deliziosa vellutata di carote e patate

Ingredienti e procedimento per una squisita vellutata, sana e nutriente

I cibi che fanno tornare il buonumore in inverno

Ecco i cibi che sorreggono il nostro umore, in quanto aiutano il rilascio di serotonina e rinforzano il sistema immunitario

Vivere più a lungo? Basta bere tè tre volte a settimana

Un nuovo studio afferma che il tè riduce il rischio di malattie cardiovascolari e il tasso di mortalità

Il cibo influenza subito la qualità del seme maschile

Troppi zuccheri peggiorano la qualità dello sperma, dieta sana la migliora. Ecco cosa mangiare

Corsi - Prevenzione a tavola

Il peperoncino allunga la vita: dimezza rischio di morte per ictus e infarto

Una buona notizia per gli amante del piccante, specie per chi lo usa 4 volte alla settimana

Colesterolo alto: cosa mangiare a Natale?

Ecco i cibi consigliati e quelli da evitare da mangiare durante le feste per chi soffre di colesterolo alto

Esagerare a cena mette in pericolo il cuore

Il cuore delle donne corre il rischio maggiore

Corsi - Prevenzione a tavola

Proteggi il tuo cuore con pasta integrale, peperoncino, caffè e cioccolato fondente

Gli alimenti, se scelti con cura e cucinati nella maniera giusta, sono i veri farmaci del futuro

DOLCI, online il nostro nuovo corso di cucina

Dolci squisiti senza zucchero ma con dolcificanti naturali più sani, senza farine raffinate e senza latte

L’aspartame è pericoloso per la salute?

Ecco cosa dicono alcuni studi recenti e come sono regolamentati in Europa gli additivi alimentari

Mela rosa dei Sibillini utile nella prevenzione di malattie cardiovascolari e neurodegenerative

Lo dimostrano i risultati di uno studio dell'Università di Camerino sulle proprietà salutistiche del frutto

Scampi e gamberi italiani pieni di microplastiche

I ricercatori delle Università di Cagliari e delle Marche hanno scovato un'alta concentrazione nei crostacei

Un avocado al giorno toglie il colesterolo cattivo di torno

La scoperta dei ricercatori americani: Bisogna includerlo nella propria alimentazione

Gli integratori non sostituiscono un’alimentazione corretta né i farmaci

Il Ministero della Salute ha stilato un Decalogo per il corretto uso degli integratori: "non esistono prodotti miracolosi"