I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Come usare il ribes a scopo terapeutico

Numerose le proprietà benefiche del ribes rosso e di quello nero

Pubblicato il 12/04/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Il ribes rosso viene utilizzato soprattutto sotto forma di succo per combattere la febbre e come ricostituente dopo l'influenza, utile anche in caso di poco appetito. Invece, la polpa del ribes rosso viene utilizzata per lenire infiammazioni della pelle, applicandola direttamente sulla zona interessata. Calma irritazione, rossore e prurito.

IN ALTO IL VIDEO: COME ASSUMERE IL RIBES PER AVERNE BENEFICIO

Il ribes nero ha più utilizzi in campo fitoterapico dove vengono utilizzate principalmente le sue foglie. Si trova in erboristeria e viene utilizzato sotto forma di macerato glicerico o tintura madre soprattutto come antistaminico naturale, se ne consiglia l'uso di 50 gocce 2 volte al giorno fino a 3 settimane consecutive per prevenire le allergie. Troviamo poi il ribes nigrum anche sotto forma di integratori, succo, gocce. Si possono poi preparare infusi con le sue foglie dall'effetto diuretico: 2 cucchiaini di foglie di ribes in acqua calda per 10 minuti. Da bere 2 o 3 volte al giorno. Il succo viene utilizzato soprattutto per contrastare la fragilità capillare mentre, l'olio di semi di ribes può essere utilizzato per lenire irritazioni della pelle soprattutto quelle di natura allergica, come l'orticaria.

LEGGI ANCHE: Il frutto per pulire le arterie naturalmente

Azione antiossidante: soprattutto grazie alla vitamina C, alla vitamina A e agli antociani che aiutano a combattere gli effetti dannosi dei radicali liberi, aiutando non solo a rallentare il processo di invecchiamento ma anche a prevenire i tumori.

Basso indice glicemico: soprattutto il ribes rosso, ha un indice glicemico che si attesta intorno a 25, molto più basso di altri frutti. È quindi adatto anche a chi soffre di diabete. (fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali