I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ritirati biscotti al burro dai supermercati

Sull'etichetta non è indicata la presenza del latte

Pubblicato il 11/04/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

La Jacobsens Bakery, azienza danese produttrice di biscotti al burro conosciuti e distribuiti in tutto il mondo, ha annunciato il ritiro di alcune confezioni di biscotti al cioccolato, vendute in scatole di metallo con le riproduzioni di famosi personaggi Disney. Lo riporta in Italia Il Fatto Alimentare.

IN ALTO IL VIDEO DEI BISCOTTI INCRIMINATI

Sull'etichetta non è stata riportata la presenza di latte negli ingredienti. Il prodotto risulta quindi pericoloso per chi è allergico o intollerante al latte e ai suoi derivati. In una nota pubblicata sul proprio sito, l'azienda danese invita i consumatori a non mangiare i biscotti e a riportarli presso il punto vendita, dove otterranno un rimborso. Sebbene al momento non siano stati riportati segnalazioni di problemi di salute causati da questi biscotti, la Jacobsens Bakery suggerisce a chi ha mangiato i biscotti e si è sentito poco bene di farsi visitare subito da un medico.

L'allarme riguarda le confezioni di biscotti da 300 grammi con il codice EAN 5776879012059 e quelle da 150 grammi con i codici EAN 5776879010963, EAN 5776879013728,  EAN 5776879013735.

I biscotti della Jacobsens Bakery con le etichette sbagliate sono distribuiti in numerosi paesi, tra cui l'Italia. Sul sito dell'azienda c'è l'elenco completo: Andorra, Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Egitto, Irlanda, Estonia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Giappone, Kazakistan, Libano, Lituania, Malta, Moldavia, Olanda, Nuova Zelanda, Norvegia, Oman, Polonia, Qatar, Romania, Arabia Saudita, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan, Turchia, Ucraina e Gran Bretagna. (Fonte)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:  Ecco come sconfiggere la cervicale con una pallina

cerv



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?

Alla scoperta del topinambur, l’ortaggio che vi cambierà la vita

Il topinambur combina proprietà diuretiche con doti benefiche per abbassare la glicemia

Ecco gli alimenti per sorridere all’autunno

Cambio di stagione, gli alimenti alleati del buonumore

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco perché vale la pena mangiare i cachi

Racchiudono straordinarie proprietà per il nostro organismo

Dal cacao un aiuto per ossa fragili e malattie respiratorie

Il cacao e gli alimenti che lo contengono hanno quantità significative di vitamina D2

Raffreddore e influenza in arrivo: anticipiamo il TG col cibo giusto

Ecco i cibi che possono aiutarci a prevenire i mali di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché la cicoria è così buona per la salute

La cicoria si può trovarla da settembre fino a febbraio: ecco una ricetta sana e gustosa

Ecco perché mangiare i fichi d’India

Un toccasana per il nostro organismo. Un trucco per sbucciarli e una ricetta gustosa

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore

Nel tuorlo d’uovo in segreto per non perdere i capelli

Secondo uno studio giapponese si nasconde un possibile composto contro l'alopecia

La dieta mediterranea allunga la vita degli anziani

Perché riduce del 25% il rischio di morte per qualsiasi causa negli over-65