I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Contrordine tatuaggi: fanno bene. Ecco perché

Secondo lo studio: Tatuarsi può stimolare il sistema immunitario in un modo molto simile alla vaccinazione

Pubblicato il 24/03/2016 da

C’è chi si tatua per avere più autostima, chi perché senza quel disegno sul corpo si sentirebbe perso, o ancora, per nascondere una cicatrice dopo un incidente. Oggi però potrebbe esserci un motivo in più per decorare in modo indelebile il proprio corpo, perché oltre ad essere diventato un ‘accessorio’ irrinunciabile per schiere di giovani, sembra che il tattoo, contrariamente a quanto si pensa, possa essere un vero toccasana per la salute.

Un’utopia? Non proprio, visto che a suggerire i benefici dell’inchiostro sotto pelle è uno studio pubblicato dall”American Journal of Human Biology’, secondo il quale le persone con molti tatuaggi hanno una migliore risposta immunitaria rispetto a chi si tatua per la prima volta. Tatuarsi dalla testa ai piedi, insomma, rafforzerebbe il sistema immunitario. Come riporta ‘Ball State Daily’, per effettuare lo studio, i ricercatori della University of Alabama hanno raccolto i campioni della saliva di 29 persone prima e dopo essersi tatuate. I campioni di saliva erano utili per analizzare i livelli dell’immunoglobina A, un anticorpo coinvolto nella risposta immunitaria dell’organismo.

Ebbene, durante l’esperimento, mentre i livelli di immunoglobina A delle persone che si tatuavano per la prima volta si abbassavano, lo stesso non accadeva a quelli delle persone che avevano già molti tattoo. Questo perché, secondo i ricercatori, le persone con più tatuaggi svilupperebbero una forte vigilanza contro i fattori di stress connessi ai danni ai tessuti molli e di conseguenza anche il sistema immunitario risulterebbe, nel complesso, più forte.

“Tatuarsi può stimolare il sistema immunitario in un modo molto simile alla vaccinazione – si legge nell’articolo pubblicato sull’American Jorunal of Human Biology’ – e far sì che il corpo diventi meno suscettibile a future infiltrazioni patogene”. Secondo Christopher Lynn, professore di antropologia alla University of Alabama e co-autore dello studio, farsi un solo tattoo può equivalere ad abbassare temporaneamente le difese immunitarie.

“Quando si fa un tatuaggio i muscoli diventano doloranti – ha detto Lynn – ma quando se ne fanno diversi, il dolore svanisce e il sistema immunitario riesce a rinforzarsi. Dopo la risposta iniziale allo stress, il corpo ritorna a un punto di equilibrio”. “Tuttavia – ha sottolineato Lynn – se si continua a stressare il proprio corpo più e più volte, dopo la tensione iniziale, la risposta immunitaria del corpo diventa ‘più forte'”. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La ricetta del Pane di ceci

Il pane di ceci è una ricetta facile e saporita per accompagnare i vostri piatti

Ecco i cibi che fanno invecchiare

Conoscere per evitare i cibi che causano l'invecchiamento del nostro organismo

La salute dei capelli passa dall’alimentazione

Anche la nostra dieta mediterranea ci può aiutare a mantenere e a riportare la salute nei nostri capelli

Riso con mandorle e friggitelli

Una ricetta sfiziosa e inusuale per sorprendere i vostri ospiti e deliziare il palato

Tortine di farro con marmellata al limone

La ricetta di oggi è perfetta sia per fare una colazione nutriente e golosa, sia per godersi una merenda squisita. Ecco cosa vi serve per prepararla e il procedimento

Corsi - Prevenzione a tavola

Come scegliere un dolcificante: tradizione o formule chimiche?

Eritritolo o malto? Ecco qualche strumento in più che ci possa guidare nella scelta del dolcificante più sano.

Estate, l’alimentazione corretta

Per tenere sotto controllo il caldo, per idratarsi correttamente e rinfrescarsi attraverso le scelte alimentari più corrette

Anguria beach, un fresco aperitivo

Concediamoci un po' di relax con un aperitivo estivo a base di anguria

Corsi - Prevenzione a tavola

Umeboshi: cos’è, benefici e ricette

Alla scoperta dell'Umeboshi, la prugna essiccata dalle meravigliose proprietà terapeutiche

Salsa verde all’acetosella

Anche se non conoscevo proprio questa pianta, nella mia ricerca di ricette tradizionali sono incappata in questa ricetta sfiziosa e semplicissima

Il Corso Base si arricchisce di un nuovo capitolo e due ricettari

La nostra scuola cerca di dare il meglio ogni giorno di più, per questo ci sembrava giusto fornire ulteriori strumenti di apprendimento e comprensione ai nostri allievi che vogliono cambiare la propria alimentazione

Stroncatura, l’antica ricetta calabrese

Oggi andiamo in Calabria per un primo che dentro contiene il sapore del mare e del grano, dei mercanti e dei contadini: la stroncatura è un piatto veloce che si prepara con pochissimi ingredienti

Menopausa, l’alimentazione che ne allevia i sintomi

Consigli alimentari e pratici per vivere la menopausa come un'opportunità e non come un disturbo

Migliaccio, una ricetta antica dal sapore unico

Ecco la mia ricetta del migliaccio, un dolce a base di miglio e guarnito con la composta di albicocche

Combattere il caldo con la giusta alimentazione

Alcuni cibi e abitudini possono aiutarci a sopportare meglio le alte temperature di questo periodo