Sorprendente caso clinico: ragazza inglese sanguina dappertutto, anche dagli occhi

L’auspicio di tutto il mondo scientifico e accademico è che presto la vicenda di Marnie-Rae Harvey possa diventare un caso clinico capace di fare scuola.

Questa ragazza inglese di soli 17 anni, a partire dal 2013, ha sviluppato una forte tosse con sanguinamento dalla bocca. Progressivamente le sue condizioni sono peggiorate tanto da lamentare sanguinamenti anche dagli occhi.

La giovane, in pratica piange sangue, salvo poi smettere e tornare tutto sommato alla normalità. Il fenomeno è peggiorato con il passare del tempo e si sono avute non più solo lacrime di sangue, ma anche perdite ematiche dalle unghie, dal cuoio capelluto, dalle gengive.

La vita di questa adolescente è diventata un calvario. Lei è terrorizzata dal sangue che sgorga da qualunque parte del suo corpo. L’hanno visitata pediatri, ginecologi, oculisti, ematologi: tutti alla ricerca della causa alla base del singolare disturbo.

Il caso fa pensare a quelle serie televisive in cui il medico genialoide di turno, dai fascinosi Dottor Ross e Green, fino al dottor House, arriva a capire da che cosa è provocato un certo disturbo e trova il bandolo per salvare il paziente.

Nella realtà dei fatti, invece, nonostante gli accertamenti effettuati su Marnie-Rae Harvey fin’ora non è emerso nulla di rilevante se non un generale indebolimento del sistema immunitario della ragazza che lamenta vertigini, mancanza di energia e dolori diffusi alle ossa. Nelle ultime settimane, poi, le sue condizioni sono peggiorate a causa dei sanguinamenti incessanti, spesso intervallati da pause di non più di cinque minuti.

Fino ad aprile i medici la tratteranno con un protocollo terapeutico volto a indurre la menopausa poiché alcuni specialisti ritengono che la ragazza possa essere affetta da endometriosi. L’endometriosi è una patologia subdola, di diagnosi difficile, determinata, in maniera semplicistica, ma efficace, dal proliferare dell’endometrio, il tessuto che riveste l’utero, al di fuori dell’utero. Tale tessuto di rivestimento, pur non trovandosi in situ, si comporta come la mucosa uterina, rispondendo ai diversi e vari stimoli ormonali; le cause di tale malattia sono ancora poco chiare.

Il caso clinico della ragazza è stato diffuso in ogni angolo della terra nella speranza che vi possa essere un professionista, da qualche parte nel mondo,capace di avere un’intuizione o una spiegazione.  (Fonte)

 

Condividi il post

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare, tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa grazie le proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Tieniti in-forma(to)

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

Connettiti con noi sui social

Leggi le ultime su

Goditi i video su

Prevenzione a tavola è un marchio registrato - P.I. 04215320963