I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Arriva la tassa sul pesto: l’Iva passa dal 4 al 10 per cento

L'UE ha deciso di aumentare l'Iva su rosmarino, salvia e basilico fresco, l’ingrediente essenziale del pesto

Pubblicato il 14/03/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Una mazzata per i tanti amanti del pesto: l'Iva sul basilico passerà dal 4 al 10 per cento. In pratica è una vera e propria tassa sul pesto. L’Unione Europea ha deciso di aumentare le aliquote Iva su rosmarino, salvia e anche sul basilico fresco, l’ingrediente essenziale per la salsa ligure più amata nel mondo.

IN ALTO: COME FARE IL PESTO VELOCE CON IL FRULLATORE

L’imposta deve passare dal 4 al 10 per cento per chiudere una procedura di infrazione aperta dalla commissione europea, inevitabili quindi gli aumenti per i consumatori e le arrabbiature per i genovesi: il più che raddoppio dell’Iva è destinato a lasciare il segno sui prezzi finali.

La richiesta è partita da Bruxelles e il Parlamento ha inserito la modifica nel testo delle "Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione Europea" al cui articolo 10 si legge: "L’innalzamento della tassa vale non solo per il basilico, ma anche per rosmarino e salvia freschi destinati all’alimentazione".

E' un caso di classica incompatibilità delle nostre norme con l’ordinamento comunitario e, senza l’adeguamento, il rischio è quella di ricevere a breve una nuova procedura di infrazione da parte della Commissione.

I problemi riguardono quindi anche altre erbe, come racconta il quotidiano romano il Tempo:

La parlamentare Pd di Scicli, in provincia di Ragusa, Venere Padua, senatrice alla Commissione Agricoltura solleva il caso dell’origano iper tassato dagli scranni parlamentari: "Se il basilico è agevolato nell’imposizione fiscale, perché un suo parente stretto come l’origano viene costretto a pagare il 22% sul valore?". (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta del topinambur, l’ortaggio che vi cambierà la vita

Il topinambur combina proprietà diuretiche con doti benefiche per abbassare la glicemia

Ecco gli alimenti per sorridere all’autunno

Cambio di stagione, gli alimenti alleati del buonumore

Ecco perché vale la pena mangiare i cachi

Racchiudono straordinarie proprietà per il nostro organismo

Corsi - Prevenzione a tavola

Dal cacao un aiuto per ossa fragili e malattie respiratorie

Il cacao e gli alimenti che lo contengono hanno quantità significative di vitamina D2

Raffreddore e influenza in arrivo: anticipiamo il TG col cibo giusto

Ecco i cibi che possono aiutarci a prevenire i mali di stagione

Perché la cicoria è così buona per la salute

La cicoria si può trovarla da settembre fino a febbraio: ecco una ricetta sana e gustosa

Ecco perché mangiare i fichi d’India

Un toccasana per il nostro organismo. Un trucco per sbucciarli e una ricetta gustosa

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore