I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Bibite gassate: ecco perché fanno male

Le bibite gassate sono un vero e proprio nemico per la nostra salute:provocano dipendenza, invecchiamento precoce e danni a organi come il fegato

Pubblicato il 10/03/2016 da
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Bere bevande gassate fa male, soprattutto se consumate regolarmente. Lo zucchero presente in queste bibite infatti, non solo può provocare un aumento di peso, ma ha anche degli effetti negativi sulla nostra salute, lo stesso vale per quelle senza zucchero, le cosiddette bevande light. Bere bevande gassate può portare problemi anche gravi alla nostra salute. Uno dei primi effetti è quello di abbassare il livello di potassio nel sangue e ciò causa debolezza muscolare e problemi cardiaci. Nell’immediato, poi, le bevande gassate gonfiano la pancia perché addizionate con anidride carbonica, tendono così ad inglobare aria provocando quel fastidioso gonfiore addominale. Anche per questo sono sconsigliate in gravidanza: provocano gonfiore allo stomaco mentre, quelle dietetiche, sono sconsigliate durante i nove mesi anche perché contengono coloranti artificiali sconsigliati in gravidanza. Ecco quali sono i pericoli a cui va incontro il nostro organismo se beviamo regolarmente bibite gassate.

IN ALTO IL DOTTORE SPIEGA QUALI SONO LE PIU’ DANNOSE

Perché bere bibite gassate fa male
Vediamo quali sono le principali problematiche a cui va incontro il nostro organismo con l’assunzione regolare di bibite gassate.

  • Accumulo di grasso intorno agli organi vitali: uno dei maggiori pericoli delle bibite gassate è quello di far accumulare grasso intorno a fegato, reni, stomaco e intestino. Ciò aumenta notevolmente il rischio di contrarre diabete di tipo 2 e malattie infiammatorie. Il grasso epatico, quello che si forma a livello del fegato, può provocare malattie epatiche anche in chi non beve alcolici. Il segno più evidente di questo grasso viscerale è la pancia: se si nota un notevole aumento di volume sull’addome è bene ridurre subito il consumo di bibite gassate e di zuccheri in genere.
  • Invecchiamento precoce: ricercatori americani hanno dimostrato che, chi beve due lattine di bibite frizzanti e zuccherate, invecchia più velocemente di chi invece non le consuma: gli effetti si vedrebbero sul corpo ma anche sulla pelle. Queste bibite contengono acido fosforico che conferisce loro quel particolare sapore ma che compromette l’assorbimento di calcio da parte dell’organismo e può causare problemi renali, diminuzione della densità ossea, osteoporosi e perdita muscolare.
  • Fanno ingrassare: bere bibite gassate, soprattutto a pranzo, porta ad un aumento di peso notevole (anche quelle light). Una lattina di cola contiene circa 39 gr di zucchero che corrisponde a circa 10 zollette. Una quantità davvero notevole da evitare assolutamente se non vogliamo mettere su peso.
  • Calcoli renali: bere uno o più bevande gassate al giorno aumenta del 23% la possibilità che si formino calcoli renali, è quanto rivela uno studio del nefrologo Pietro Manuel Ferraro dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. Ridurle è quindi importante soprattutto in chi soffre di problemi di calcoli renali ma è importante anche per la prevenzione.
  • I coloranti contenuti nella bibite gassate possono essere cancerogeni: il colorante che dà alle bibite gassate quel caratteristico colore (parliamo soprattutto di bevande tipo cola) contiene due agenti contaminanti: 2-metilimidazolo e 4-metilimidazolo, che provocano il cancro negli animali. Questi coloranti, che servono solo a dar colore a queste bibite, solo potenzialmente dannose perché cancerogene.
  • Danneggiano i denti: l’acido fosforico, oltre ad essere dannoso per le ossa, lo è anche per i denti: può provocare carie, disturbi gengivali fino alla caduta dei denti.
  • Favoriscono la gastrite: soprattutto in chi già ne soffre, il consumo di bibite gassate, soprattutto quelle che contengono caffeina, possono acutizzare il problema. È bene quindi eliminarle se si soffre di questo disturbo perché fanno aumentare la produzione di acido gastrico che aumenta il disturbo.
  • Può provocare obesità e dipendenza nei bambini: come abbiamo già detto, una lattina di cola contiene circa 39 grammi di zucchero che sono tantissimi e dannosi per la salute, ancora di più se parliamo di bambini. Il consumo di zuccheri è una delle prime cause di obesità tra i bambini. Inoltre, le bibite gassate, possono provocare dipendenza, aumentando la voglia di ingerire altri zuccheri, creando così un circolo vizioso. Inoltre non dimentichiamo che contengono caffeina, un potente eccitante, soprattutto per i bambini, che potrebbe aumentarne l’aggressività. (Fonte)


banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La ricetta degli Gnocchi di borragine

Se l'orto ti regala borragine, tu fanne gnocchi deliziosi

La ricetta dei Guadrotti di miglio con nocciole

Un dolce sano, senza glutine e squisito: eccovi la lista degli ingredienti e il procedimento

Torta di mele rovesciata

Oggi v'insegno la ricetta della mia squisita torta di mele rovesciata

Crema di zucca al profumo di rosmarino

Una crema da utilizzare per un dessert, oppure per fare delle crostate, o anche delle fragranti torte salate

Favette dei morti, ricetta e ingredienti

Per la ricorrenza odierna ho preparato un dolce tradizionale di molte regioni italiane, le favette dei morti

Corsi - Prevenzione a tavola

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

Menù giornalieri equilibrati per affrontare il cambio di stagione senza malanni

Giornata mondiale dell’alimentazione: tra coscienza e consapevolezza

Oggi in 150 Paesi si festeggia il World Food Day: da anni Prevenzione a tavola si batte per diffondere una corretta cultura del cibo

Pane di riso cotto fermentato

Una ricetta squisita che ci permette di recuperare gli avanzi di un pasto precedente. Ecco come si prepara

Corsi - Prevenzione a tavola

Pancake alle carote con farina di mandorla e semi di papavero

Una rivisitazione più sana, leggera e nutriente del famosissimo dolce americano per la prima colazione

Troppo fruttosio mette a rischio il fegato

Secondo un nuovo studio causa la steatosi epatica non alcolica

Chi mangia pasta ha un’alimentazione più sana e più ricca di nutrienti

E presenta un'assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti, rispetto a chi non la mangia

Con la soia diminuiscono le recidive di cancro al seno

La ricerca scientifica ha ampiamente dimostrato come il consumo di cibi tradizionali a base di soia riduca il rischio di recidive e mortalità

Quercetina: la molecola di frutta e verdura che contrasta il Covid-19

Si tratta della quercetina, contenuta in molti frutti, verdure e ortaggi comuni. E anche in vino rosso e thè. Ecco lo studio che dà una speranza in più nella lotta contro il coronavirus

Torta alle mele con grano saraceno ed estratto di liquirizia

La torta che prepariamo oggi è un piacere per le pupille gustative e anche per gli occhi. Ecco la ricetta della Torta alle mele con grano saraceno ed estratto di liquirizia

Le tortine di farro rivisitate da una nostra allieva

Valentina, una studentessa di Prevenzione a Tavola, ha realizzato una delle nostre ricette con qualche piccola variante che noi abbiamo molto apprezzato