I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cancro al seno, individuata la molecola che favorisce le metastasi

Studiosi italiani hanno scoperto che l'osteopontina assicura la sopravvivenza delle cellule tumorali in un ambiente ostile

Pubblicato il 02/03/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Nonostante i progressi registrati in questi anni e la promozione delle misure di controllo, il cancro al seno rappresenta ancora il 16% delle cause oncologiche di morte. La ricerca conclusa con successo dall'Istituto nazionale tumori di Milano potrebbe dunque contribuire a salvare milioni di vite grazia alla scoperta della proteina che favorisce la metastasi. Si tratta dell'osteopontina, una molecola che, spiegano gli studiosi, "prodotta dalla cellula tumorale, ne assicura la sopravvivenza in un ambiente ostile, mentre quella trattenuta all'interno dei globuli bianchi contribuisce a proteggere le cellule tumorali che stanno formando la metastasi dall'attacco del sistema immunitario".

IN ALTO IL VIDEO MOSTRA COME EFFETTUARE UNA CORRETTA AUTOPALPAZIONE

Il valore della ricerca condotta a Milano è stato riconosciuto dalla rivista scientifica Cancer Research, che l'ha definita di "vitale importanza". La ricerca, coordinata da Mario Paolo Colombo, direttore della Struttura complessa di immunologia molecolare, è stata prima condotta su modelli animali e ha poi incluso anche l'analisi di metastasi polmonari di pazienti con carcinoma al seno. "L'importanza di questo lavoro – spiega Marco Pierotti, direttore scientifico dell'Int – è su due livelli: sottolinea il ruolo fondamentale del microambiente, tessuto e cellule, entro il quale cresce e può generare metastasi il tumore, e chiarisce come certi modelli di studio nell'animale sono insostituibili e trovano riscontro nell'analogo tumore dell'uomo". (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero