I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Fiocchi di legno nel formaggio grattugiato

La maggior parte dei formaggi grattugiati analizzati contiene cellulosa

Pubblicato il 19/02/2016 da
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

L’allarme è americano, e riguarda il parmesan, formaggio grattugiato tipo ‘parmigiano’, in vendita negli Stati Uniti. Quello che viene definito, e comprato come tale, puro al cento per cento, 100 percent Parmesan. Secondo la Food and Drug Administration contiene invece un alta percentuale di pasta di legno. Non è formaggio, solo simile nella consistenza.

LEGGI ANCHE l’analisi della nutrizionista Cevoli: Parmigiano Reggiano o Grana Padano?

Bugie insomma, di legno, come il naso di Pinocchio. E a dirle sono enormi aziende come la Castle Cheese, che produce finto parmigiano da circa 30 anni e mente da altrettanto tempo. La presidente della società, che rifornisce catene di supermercati come ‘Target’, secondo quando scoperto da Bloomberg, questo mese si è dichiarata colpevole. Michelle Myrter rischia un anno di carcere e una multa di almeno centomila dollari.

IN ALTO IL VIDEO SHOCK!

Secondo Neal Schuman, della Arthur Schuman Inc. con sede in New Jersey – il più grande venditore dei formaggi stagionati italiani negli States -, almeno il 20 per cento di quelli venduti in America hanno una falsa o non del tutto accurata, etichetta. Lo ripete da anni, e ora che il governo americano è deciso a salvare l’etichetta della purezza del Parmigiano italiano, trarrà il suo profitto. L’ammontare di quel 20% in vendite vale almeno 375 milioni di dollari. “Il fatto che nel formaggio grattugiato meno del 40 per cento del prodotto sia un prodotto caseario è grave”, ha detto Schuman, “i consumatori sono innocenti, e non stanno ottenendo quello che si aspettavano quando hanno pagato. E’ sbagliato”.

L’indagine è partita nel 2012 da Bloomberg che ha analizzato in laboratorio diversi tipi di formaggio grattugiato in vendita nei supermercati Usa. I risultati hanno evidenziato la presenza di pasta di legno, molti contengono infatti cellulosa.

“La cellulosa è un additivo non dannoso, a un livello compreso tra il 2 e il 4 per cento” ha spiegato Dean Sommer, espero del Centro di Dairy Research a Madison, Wisconsin. Ma i livelli sono superiori in molti dei prodotti analizzati.Essential Everyday 100% Grated Parmesan Cheese, dalla catena ‘Jewel-Osco’, contiene 8,8 per cento di cellulosa. Great Value 100% Grated Parmesan Cheese dei negozi Wal-Mart: 7,8 per cento. ‘Whole Foods 365’, che non dichiara la cellulosa tra gli ingredienti, è stato testato e ne contiene lo 0,3 per cento. Kraft ha il 3,8 per cento di cellulosa. I rappresentanti delle catene elencate da Bloomberg hanno dichiarato di aver dato inizio a un’indagine su questi risultati.

La FDA regola anche ciò che può legalmente essere chiamato parmigiano o Romano secondo gli standard stabiliti nel 1950. Gli americani amano i ‘loro’ formaggi italiani. L’anno scorso, secondio i dati del dipartimento di Agricoltura, la produzione di parmigiano (secondo il brevetto dei produttori italiani) negli Usa è aumentata dell’11 per cento rispetto al 2014, e quella del Romano è cresciuta del 20 per cento. Il Consorzio del Parmigiano Reggiano con sede a Reggio Emilia, a dicembre si è rivolta all’Unione Europea per proteggere i suoi produttori contro le aziende statunitensi che utilizzavano i nomi dei loro formaggi e le bandiere italiane sul loro imballaggio. “Un inganno”, l’ha definito il presidente della società, Giuseppe Alai. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che fanno invecchiare

Conoscere per evitare i cibi che causano l'invecchiamento del nostro organismo

La salute dei capelli passa dall’alimentazione

Anche la nostra dieta mediterranea ci può aiutare a mantenere e a riportare la salute nei nostri capelli

Riso con mandorle e friggitelli

Una ricetta sfiziosa e inusuale per sorprendere i vostri ospiti e deliziare il palato

Tortine di farro con marmellata al limone

La ricetta di oggi è perfetta sia per fare una colazione nutriente e golosa, sia per godersi una merenda squisita. Ecco cosa vi serve per prepararla e il procedimento

Come scegliere un dolcificante: tradizione o formule chimiche?

Eritritolo o malto? Ecco qualche strumento in più che ci possa guidare nella scelta del dolcificante più sano.

Corsi - Prevenzione a tavola

Estate, l’alimentazione corretta

Per tenere sotto controllo il caldo, per idratarsi correttamente e rinfrescarsi attraverso le scelte alimentari più corrette

Anguria beach, un fresco aperitivo

Concediamoci un po' di relax con un aperitivo estivo a base di anguria

Umeboshi: cos’è, benefici e ricette

Alla scoperta dell'Umeboshi, la prugna essiccata dalle meravigliose proprietà terapeutiche

Corsi - Prevenzione a tavola

Salsa verde all’acetosella

Anche se non conoscevo proprio questa pianta, nella mia ricerca di ricette tradizionali sono incappata in questa ricetta sfiziosa e semplicissima

Il Corso Base si arricchisce di un nuovo capitolo e due ricettari

La nostra scuola cerca di dare il meglio ogni giorno di più, per questo ci sembrava giusto fornire ulteriori strumenti di apprendimento e comprensione ai nostri allievi che vogliono cambiare la propria alimentazione

Stroncatura, l’antica ricetta calabrese

Oggi andiamo in Calabria per un primo che dentro contiene il sapore del mare e del grano, dei mercanti e dei contadini: la stroncatura è un piatto veloce che si prepara con pochissimi ingredienti

Menopausa, l’alimentazione che ne allevia i sintomi

Consigli alimentari e pratici per vivere la menopausa come un'opportunità e non come un disturbo

Migliaccio, una ricetta antica dal sapore unico

Ecco la mia ricetta del migliaccio, un dolce a base di miglio e guarnito con la composta di albicocche

Combattere il caldo con la giusta alimentazione

Alcuni cibi e abitudini possono aiutarci a sopportare meglio le alte temperature di questo periodo

Treccine di mais senza glutine

Queste treccine si preparano in pochi minuti e si accompagnano benissimo ad una tazza di tè o un bicchiere di succo di frutta naturale