I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Fiocchi di legno nel formaggio grattugiato

La maggior parte dei formaggi grattugiati analizzati contiene cellulosa

Pubblicato il 19/02/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

L'allarme è americano, e riguarda il parmesan, formaggio grattugiato tipo 'parmigiano', in vendita negli Stati Uniti. Quello che viene definito, e comprato come tale, puro al cento per cento, 100 percent Parmesan. Secondo la Food and Drug Administration contiene invece un alta percentuale di pasta di legno. Non è formaggio, solo simile nella consistenza.

LEGGI ANCHE l'analisi della nutrizionista Cevoli: Parmigiano Reggiano o Grana Padano?

Bugie insomma, di legno, come il naso di Pinocchio. E a dirle sono enormi aziende come la Castle Cheese, che produce finto parmigiano da circa 30 anni e mente da altrettanto tempo. La presidente della società, che rifornisce catene di supermercati come 'Target', secondo quando scoperto da Bloomberg, questo mese si è dichiarata colpevole. Michelle Myrter rischia un anno di carcere e una multa di almeno centomila dollari.

IN ALTO IL VIDEO SHOCK!

Secondo Neal Schuman, della Arthur Schuman Inc. con sede in New Jersey - il più grande venditore dei formaggi stagionati italiani negli States -, almeno il 20 per cento di quelli venduti in America hanno una falsa o non del tutto accurata, etichetta. Lo ripete da anni, e ora che il governo americano è deciso a salvare l'etichetta della purezza del Parmigiano italiano, trarrà il suo profitto. L'ammontare di quel 20% in vendite vale almeno 375 milioni di dollari. "Il fatto che nel formaggio grattugiato meno del 40 per cento del prodotto sia un prodotto caseario è grave", ha detto Schuman, "i consumatori sono innocenti, e non stanno ottenendo quello che si aspettavano quando hanno pagato. E' sbagliato".

L'indagine è partita nel 2012 da Bloomberg che ha analizzato in laboratorio diversi tipi di formaggio grattugiato in vendita nei supermercati Usa. I risultati hanno evidenziato la presenza di pasta di legno, molti contengono infatti cellulosa.

"La cellulosa è un additivo non dannoso, a un livello compreso tra il 2 e il 4 per cento" ha spiegato Dean Sommer, espero del Centro di Dairy Research a Madison, Wisconsin. Ma i livelli sono superiori in molti dei prodotti analizzati.Essential Everyday 100% Grated Parmesan Cheese, dalla catena 'Jewel-Osco', contiene 8,8 per cento di cellulosa. Great Value 100% Grated Parmesan Cheese dei negozi Wal-Mart: 7,8 per cento. 'Whole Foods 365', che non dichiara la cellulosa tra gli ingredienti, è stato testato e ne contiene lo 0,3 per cento. Kraft ha il 3,8 per cento di cellulosa. I rappresentanti delle catene elencate da Bloomberg hanno dichiarato di aver dato inizio a un'indagine su questi risultati.

La FDA regola anche ciò che può legalmente essere chiamato parmigiano o Romano secondo gli standard stabiliti nel 1950. Gli americani amano i 'loro' formaggi italiani. L'anno scorso, secondio i dati del dipartimento di Agricoltura, la produzione di parmigiano (secondo il brevetto dei produttori italiani) negli Usa è aumentata dell'11 per cento rispetto al 2014, e quella del Romano è cresciuta del 20 per cento. Il Consorzio del Parmigiano Reggiano con sede a Reggio Emilia, a dicembre si è rivolta all'Unione Europea per proteggere i suoi produttori contro le aziende statunitensi che utilizzavano i nomi dei loro formaggi e le bandiere italiane sul loro imballaggio. "Un inganno", l'ha definito il presidente della società, Giuseppe Alai. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti

La salsa di pomodoro cotta fa bene all’intestino

Nuovo studio: Aumenta l'effetto dei batteri buoni

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta