I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Dolore alle mani: ecco cosa potrebbe essere

Se vi s'indolenziscono spesso le mani potrebbe essere la spia di alcune patologie

Pubblicato il 02/02/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Vi svegliate sempre più spesso con mano e braccio addormentati? Improvvisamente sentite un formicolio alle mani? A volte sentite delle fitte all'altezza del polso che si propagano su tutta la mano?

Potrebbe trattarsi di alcuni sintomi che presagiscono l'insorgenza di alcune patologie. Non è il caso di allarmarsi ma di informarsi, ed eventualmente rivolgersi a uno specialista.

IN ALTO IL VIDEO: COME FARE UN MASSAGGIO ALLE MANI

Artrite reumatoide – Questa è l’unica delle patologie che provocano un forte dolore alla mano che non può essere curata in modo definitivo. Provoca fitte, dolore e rigidità appena scegli e scompare man mano che le articolazioni si “riscaldano”. E’ un’infiammazione cronica che può essere semplicemente lenita con i farmaci ma non del tutto eliminata.

Potrebbe interessarti anche Artrite e artrosi: è possibile prevenirle?

Tunnel carpale – Una delle patologie più comuni che porta un forte dolore alle mani è la sindrome del tunnel carpale, causata da una compressione del nervo mediano del polso. Inizialmente, si manifesta solo con intorpidimento e formicolio nelle ore notturne e a lungo andare porta all’irrigidimento delle dita e a difficoltà nel muovere la mano. E’ un problema che si cura con antibiotici e polsiera, anche se, nel caso in cui i farmaci non riuscissero a far passare il dolore, bisogna ricorrere all’intervento chirurgico.

Dito a scatto – Il dito a scatto è una patologia che si manifesta con un dolore al palmo e con una flessione a scatto delle falangi quando si piegano e si richiudono. E’ un problema che colpisce i tendini flessori, lungo i quali si formano dei noduli che impediscono il normale scorrimento sottocute. Antinfiammatori, tutori o interventi sono le possibili soluzioni al problema.(Fonte)

Potrebbe interessarti anche questo video del nostro ortopedico: Le abitudini scorrette che causano il torcicollo



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali