I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Come usare il deodorante nel modo giusto?

Probabilmente lo abbiamo sempre utilizzato nel modo sbagliato. Il consiglio degli esperti

Pubblicato il 01/02/2016 da Prevenzione a tavola

Il deodorante è un prodotto che utilizziamo quotidianamente per la cura della nostra igiene. E’ noto anche come antitraspirante e permette di non emanare cattivi odori quando si suda, mantenendo l’ascella fresca e profumata a lungo. Anche se sembrerà assurdo, dato che è un prodotto il cui uso è abbastanza elementare, probabilmente lo abbiamo sempre utilizzato nel modo sbagliato.

Potrebbe interessarti anche Sudorazione eccessiva: meglio il deodorante o l’antitraspirante?

A dimostrarlo è uno studio condotto dall'International Hyperhidrosis Society che ha indicato qual è il metodo giusto per applicarlo e per renderlo efficace a lungo. Gli antitraspiranti sono realizzati con i sali di alluminio e devono essere applicati direttamente sulle ghiandole sudoripare per essere assorbiti dalla pelle. Considerando la natura degli elementi che li compongono, l’ideale è applicarli la sera sulla pelle asciutta, subito dopo la doccia. Quando vengono utilizzati al mattino, la loro azione sarebbe infatti limitata. Quando dormiamo, la sudorazione è minima e di conseguenza l’ascella può soffrire di secchezza.

Il risultato? Gli antitraspiranti non riescono ad entrare nelle ghiandole sudoripare e non danno gli effetti sperati. “Subito dopo la doccia la pelle resta sempre un po' umida. Per ottimizzare le condizioni di utilizzo del deodorante, è consigliabile strofinare l'ascella con un asciugamano pulito e asciutto. In questo modo, gli antitraspiranti avranno otto ore per entrare nelle ghiandole sudoripare e neutralizzare il problema” ha dichiarato Vanessa Giraldo dell'Accademia Europea di Dermatologia. Per far funzionare al meglio un deodorante, è dunque necessario fare una doccia prima di applicarlo. Solo in questo modo il prodotto riesce a garantire unaa durata di 24 ore.

(Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo