I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Come usare il deodorante nel modo giusto?

Probabilmente lo abbiamo sempre utilizzato nel modo sbagliato. Il consiglio degli esperti

Pubblicato il 01/02/2016 da Prevenzione a tavola

Il deodorante è un prodotto che utilizziamo quotidianamente per la cura della nostra igiene. E’ noto anche come antitraspirante e permette di non emanare cattivi odori quando si suda, mantenendo l’ascella fresca e profumata a lungo. Anche se sembrerà assurdo, dato che è un prodotto il cui uso è abbastanza elementare, probabilmente lo abbiamo sempre utilizzato nel modo sbagliato.

Potrebbe interessarti anche Sudorazione eccessiva: meglio il deodorante o l’antitraspirante?

A dimostrarlo è uno studio condotto dall'International Hyperhidrosis Society che ha indicato qual è il metodo giusto per applicarlo e per renderlo efficace a lungo. Gli antitraspiranti sono realizzati con i sali di alluminio e devono essere applicati direttamente sulle ghiandole sudoripare per essere assorbiti dalla pelle. Considerando la natura degli elementi che li compongono, l’ideale è applicarli la sera sulla pelle asciutta, subito dopo la doccia. Quando vengono utilizzati al mattino, la loro azione sarebbe infatti limitata. Quando dormiamo, la sudorazione è minima e di conseguenza l’ascella può soffrire di secchezza.

Il risultato? Gli antitraspiranti non riescono ad entrare nelle ghiandole sudoripare e non danno gli effetti sperati. “Subito dopo la doccia la pelle resta sempre un po' umida. Per ottimizzare le condizioni di utilizzo del deodorante, è consigliabile strofinare l'ascella con un asciugamano pulito e asciutto. In questo modo, gli antitraspiranti avranno otto ore per entrare nelle ghiandole sudoripare e neutralizzare il problema” ha dichiarato Vanessa Giraldo dell'Accademia Europea di Dermatologia. Per far funzionare al meglio un deodorante, è dunque necessario fare una doccia prima di applicarlo. Solo in questo modo il prodotto riesce a garantire unaa durata di 24 ore.

(Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Corsi - Prevenzione a tavola

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore