I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Non usate il kebab come spuntino: è una bomba calorica

Il parere della nutrizionista:

Pubblicato il 28/01/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

A svelarci cosa si nasconde dentro il kebab, tipico piatto mediorientale, oggi «occidentalizzato», è Carmen Campana, dietista nutrizionista romana. «Considerata la grande diffusione dei doner kebab negli ultimi anni, si è sentita l’esigenza di studiarne i valori nutrizionali», riferisce. «Uno degli studi più recenti e completi sull’argomento è quello condotto dai Local Authority Coordinators of Regulatory Services inglesi, che hanno analizzato 494 tipi di kebab». I risultati sono scioccanti: i doner kebab sono panini da infarto, letteralmente.

IN ALTO IL VIDEO Ecco di cosa è fatto realmente il kebab

MILLE CALORIE IN 300 GRAMMI DI PRODOTTO «Le chilocalorie contenute in una porzione di 300-400 grammi, più o meno corrispondente a un doner kebab, sono pari a 1000», spiega Campana. «In pratica, in un solo panino ci sono la metà delle chilocalorie massime indicate per un uomo e più del 50 per cento di quelle raccomandate alle donne».

GRASSI E SALE IN ECCESSO Come dire: basta un solo doner kebab per assumere buonissima parte delle calorie di cui il nostro organismo ha bisogno in un solo giorno. Ma sono i grassi totali e, in particolare, quelli saturi a preoccupare maggiormente. «In un doner kebab - sottolinea Campana - ci sono 62 grammi di grassi totali, mentre il fabbisogno giornaliero di lipidi totali 66 grammi. Per quanto riguarda i grassi saturi, cioè quelli animali responsabili di un aumento del rischio di sviluppare una serie di patologie cardiovascolari, un panino al kebab ne contiene 29 grammi, a fronte di una quantità giornaliera raccomandata di 20 grammi al massimo». Altrettanto sconcertante è il contenuto di sale. «In un doner kebab ci sono 6,6 grammi di sale, a fronte dei 5 grammi massimi al giorno raccomandati dall’Oms», spiega Campana. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Le virtù del Pan di zucchero, la cicoria bianca

Stimola le funzioni intestinali,del fegato e dei reni. Ecco come cucinarla

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ecco cosa mangiare dopo i 60 anni

Ogni età ha la sua dieta: ecco come dovrebbe essere quella degli over 60

Soia ai bambini: sì o no?

Esisterebbe un rischio nel consumo abbondante e prolungato di prodotti di soia: i fitoestrogeni

Il latte vegetale più equilibrato è quello di soia

Studio ha analizzato latte di mandorla, soia, riso e cocco

Curcuma, la spezia che migliora la memoria e l’umore

Potrebbe contrastare anche l'Alzheimer. Ecco qualche ricetta per utilizzarla in cucina

Il miglior farmaco naturale si chiama melagrana

I suoi principi attivi sono utili nella prevenzione e nel trattamento di moltissime patologie

Ecco cosa succede al nostro corpo quando mangiamo cibo da fast food

I risultati di uno studio dell'Università di Bonn

I grani antichi sono davvero più sani di quelli moderni?

E' vero che sono più nutrienti e contengono meno glutine?

Come sbucciare la melagrana in 1 minuto

Ecco un trucchetto per aprire la melagrana facilmente

Mele e pomodori riparano i polmoni degli ex-fumatori

Rallentano il declino della funzione respiratoria anche per chi non fuma

La colazione per non sentire fame fino a pranzo

Sazia a spegne la fame nervosa, è una colazione talmente completa che possiamo evitare lo spuntino

Quante calorie contiene una fetta di panettone o di pandoro?

In ogni fetta sono contenuti 5 cucchiaini di zucchero che ci fa superare la soglia fissata dal OMS

Perché i broccoletti sono così buoni per la salute

Tutte i benefici dei broccoletti e qualche ricetta sfiziosa per cucinarli

10 valide ragioni per consumare i porri

I porri rappresentano un alimento che racchiude sorprendenti proprietà curative e nutrizionali.