I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Non usate il kebab come spuntino: è una bomba calorica

Il parere della nutrizionista:

Pubblicato il 28/01/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

A svelarci cosa si nasconde dentro il kebab, tipico piatto mediorientale, oggi «occidentalizzato», è Carmen Campana, dietista nutrizionista romana. «Considerata la grande diffusione dei doner kebab negli ultimi anni, si è sentita l’esigenza di studiarne i valori nutrizionali», riferisce. «Uno degli studi più recenti e completi sull’argomento è quello condotto dai Local Authority Coordinators of Regulatory Services inglesi, che hanno analizzato 494 tipi di kebab». I risultati sono scioccanti: i doner kebab sono panini da infarto, letteralmente.

IN ALTO IL VIDEO Ecco di cosa è fatto realmente il kebab

MILLE CALORIE IN 300 GRAMMI DI PRODOTTO «Le chilocalorie contenute in una porzione di 300-400 grammi, più o meno corrispondente a un doner kebab, sono pari a 1000», spiega Campana. «In pratica, in un solo panino ci sono la metà delle chilocalorie massime indicate per un uomo e più del 50 per cento di quelle raccomandate alle donne».

GRASSI E SALE IN ECCESSO Come dire: basta un solo doner kebab per assumere buonissima parte delle calorie di cui il nostro organismo ha bisogno in un solo giorno. Ma sono i grassi totali e, in particolare, quelli saturi a preoccupare maggiormente. «In un doner kebab - sottolinea Campana - ci sono 62 grammi di grassi totali, mentre il fabbisogno giornaliero di lipidi totali 66 grammi. Per quanto riguarda i grassi saturi, cioè quelli animali responsabili di un aumento del rischio di sviluppare una serie di patologie cardiovascolari, un panino al kebab ne contiene 29 grammi, a fronte di una quantità giornaliera raccomandata di 20 grammi al massimo». Altrettanto sconcertante è il contenuto di sale. «In un doner kebab ci sono 6,6 grammi di sale, a fronte dei 5 grammi massimi al giorno raccomandati dall’Oms», spiega Campana. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti

La salsa di pomodoro cotta fa bene all’intestino

Nuovo studio: Aumenta l'effetto dei batteri buoni

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta