I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Dalla soia al computer: ecco cosa danneggia lo sperma e causa infertilità

Ecco quali sono le abitudini da evitare per non danneggiare il proprio sperma

Pubblicato il 28/01/2016 da Prevenzione a tavola

Sono sempre di più i ragazzi che soffrono di problemi di fertilità fin da giovanissimi. Il motivo? Conducono un regime di vita poco sano. In particolare, nel 20% delle coppie che non riescono ad avere figli la colpa è dell’uomo e del fatto che produce meno di 15 milioni di spermatozoi per millilitro di sperma. Una nuova infografica messa in rete sul sito Superdrug ha rivelato quali sono i comportamenti più comuni che influiscono negativamente sulla salute sessuale di un uomo.

Potrebbe interessarti anche: Il composto naturale che aumenta la fertilità nella donna

Alle prime posizioni ci sono le radiazioni, le sostanze stupefacenti, lo stress, il caldo, il sovrappeso e il troppo esercizio fisico che ridurrebbero incredibilmente la quantità di spermatozoi nello sperma. A seguire ci sono la biancheria intima troppo stretta che provoca un surriscaldamento dei testicoli e il fumo di sigaretta che danneggia il Dna e provoca delle mutazioni dello sperma. Anche determinate abitudini alimentari possono avere un’incidenza drammatica sulla propria fertilità, ad esempio la salsa di soia dovrebbe essere completamente evitata, così come i cibi cucinati nelle padelle antiaderenti oppure le bevande conservate in bottiglie di plastica o in lattine. Queste contengono delle sostanze chimiche che influiscono sulla normale produzione degli spermatozoi.

Infine, anche utilizzare eccessivamente il cellulare, guardare la televisione, usare la protezione solare o semplicemente fare un bagno in una vasca idromassaggio sono tutti atteggiamenti che riescono a ridurre fino al 30% la motilità degli spermatozodi. Se dunque desiderate fare un figlio con la vostra partner e non ci riuscite, potete provare a limitare al minimo queste “cattive abitudini”. Fonte



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Corsi - Prevenzione a tavola

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale