I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il frullato di spinaci contro il grasso addominale

Vi permetterà di sentirvi sazi fino all'ora di cena e disintossicarvi dalle tossine

Pubblicato il 20/01/2016 da Prevenzione a tavola

Questo frullato naturale non elimina da solo il grasso addominale. È, piuttosto, un integratore che se incluso regolarmente nella dieta, vi permetterà di:

  • Sentirvi più sazi fino all’ora di cena.
  • Migliorare la salute del fegato, grazie all’alto contenuto di sostanze antiossidanti e vitamine.
  • Il limone vi aiuterà ad alcalinizzare l’organismo e ad eliminare i lipidi in eccesso e le tossine.
  • La mela verde contiene bioelementi essenziali per accelerare il metabolismo. Per ottenere questo effetto, è importante consumare anche la buccia.
  • Gli spinaci crudi forniscono energia, ferro, proteine e fibre. Sono un alimento ad alto valore nutritivo e contengono, inoltre, tilacoidi, composti che non solo danno un senso di sazietà, ma stimolano la perdita di peso.

Ingredienti:

  • 1 tazza di spinaci crudi (40 gr)
  • 1 mela verde
  • Il succo di ½ limone
  • 1 bicchiere di acqua (200 ml)

Procedimento:

  • Innanzitutto laviamo accuratamente le foglie degli spinaci e la mela. È importante che gli spinaci siano crudi, che provengano da agricoltura biologica e siano privi di pesticidi. Lo stesso discorso vale per la mela.
  • Tagliate la mela a spicchi ed eliminate i semi interni.
  • Spremete il succo del mezzo limone e versatelo nel frullatore insieme agli altri ingredienti: gli spinaci, la mela e il bicchiere d’acqua. Frullate tutto il contenuto fino ad ottenere un composto omogeneo.
  • Potrebbero esserci ancora dei pezzettini di buccia di mela. Consumateli lo stesso, fanno molto bene.

Come avete visto, questo frullato è molto semplice da preparare, è ricco di vitamine e sostanze nutritive che vi permettono di iniziare la giornata nel migliore dei modi. Se lo desiderate, potete berne un altro prima di cena.

In questo modo, favoriamo, in modo graduale, la perdita di grasso addominale, a patto di seguire una dieta corretta e di svolgere un po’ di esercizio fisico. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Corsi - Prevenzione a tavola

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente