I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Raro caso di scorbuto in un bimbo: beveva solo latte di mandorla

Un raro caso di scorbuto è stato documentato in un bambino di 11 mesi in Spagna

Pubblicato il 19/01/2016 da Prevenzione a tavola

Malattie dimenticate, che a volte ritornano. Un raro caso discorbuto è stato documentato in un bambino di 11 mesi in Spagna. Il motivo è che la famiglia lo alimentava solo con un latte in polvere a base di mandorle, privo di vitamina C,la cui carenza porta proprio a questa malattia. Lo scorbuto è raro oggi nei Paesi sviluppati, ma pazienti occasionali si registrano soprattutto nelle persone anziane che hanno un'alimentazione sbagliata, così come, appunto, in bambini con diete non variate, ricorda la rivista 'Pediatrics', dove i medici hanno pubblicato i dettagli del caso spagnolo.

Il bambino è stato portato dal medico perché era irritabile, perdeva peso e piangeva se qualcuno gli toccava le gambe. Anche se in grado di stare seduto da solo da quando aveva 7 mesi, era diventato instabile e, raggiunti gli 11 mesi, ancora non camminava. I test hanno dimostrato che il neonato aveva una perdita di tessuto osseo, alcune fratture del femore e livelli molto bassi di vitamina C.

La diagnosi è stata dunque di scorbuto, una condizione che si verifica quando la dieta di una persona è gravemente carente di vitamina C, sostanza necessaria per produrre collagene, una proteina importante per la salute dei tessuti del corpo umano, come cartilagini, ossa, pelle e denti.

I neonati hanno bisogno di circa 50-60 mg di vitamina C al giorno, contenuti nel latte materno, nei classici latti in polvere, nella frutta e nella verdura. La madre ha riferito che da bebè era stato nutrito con latte di mucca in polvere, ma a 2 mesi e mezzo aveva sviluppato una reazione cutanea, per cui il pediatra aveva raccomandato di cambiare la dieta del piccolo.

L'unica fonte di nutrimento che sembrava non disturbarlo era una bevanda che conteneva principalmente latte di mandorle, farina di mandorle, sesamo in polvere e una miscela di cereali. Ma in questa bevanda mancavano alcune importanti vitamine, come la C.

Dopo la diagnosi, il bambino è stato trattato con integratori orali di vitamine C e D, ed è stato anche alimentato con latte, cereali, carne, frutta e verdura. Dopo alcuni mesi, i sintomi sono migliorati, i livelli di vitamina C si sono normalizzati e il bimbo ha cominciato a camminare. "Questo caso presenta lo scorbuto come nuova e grave complicazione di un uso improprio delle bevande a base di mandorla nel primo anno di vita", scrivono i ricercatori dell'Ospedale Universitario La Fe y Politecnico di Valencia. "Pediatri e genitori devono essere consapevoli che le bevande a base di piante non sono un alimento completo e non possono sostituire l'allattamento o il latte in polvere". (Fonte)

Potrebbe interessarti anche: Come scegliere un buon “latte vegetale” al supermercato? della nutrizionista e biologa Chiara Cevoli



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

Corsi - Prevenzione a tavola

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti