I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ananas, valido alleato per il ventre piatto

La bromelina contenuta dall'ananas assorbire facilita l'eliminazione delle tossine

Pubblicato il 18/01/2016 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Innanzitutto dobbiamo mettere in chiaro un aspetto che sottolineano i nutrizionisti: è impossibile avere il ventre piatto 24 ore al giorno, e nemmeno tutti i giorni. Ci sono alimenti che inevitabilmente gonfiano un po’ e ci sono volte in cui la digestione provoca un po’ di gonfiore. Tralasciando questi dettagli, se vi prendete cura dell’alimentazione, potete eliminare parte di questo grasso localizzato.

Già sapete che è necessario bere molta  acqua e limitare il consumo di grassi, farine raffinate e sale. Tutto ciò non solo provoca un aumento di peso, ma favorisce anche la ritenzione idrica. Passiamo ora all’aspetto della frutta. Perché può aiutarvi? In pratica perché esercita un’attività termoregolatrice. Brucia grassi, favorisce i movimenti intestinali ed elimina le tossine. Ci sono frutti che permettono addirittura di eliminare i lipidi. Molti di questi contengono fibre molto salutari che evitano l’infiammazione del ventre e, grazie ai loro flavonoidi, riusciamo a bruciare grassi e a perdere peso. Vale la pena, dunque, confidare nella frutta per migliorare la salute e ottenere un ventre piatto.

L’ananas è un alleato per ottenere un ventre piatto. Dispone di un alto contenuto di bromelina. Sapete a che cosa serve questo enzima? Serve ad assorbire proteine e ad ottenere una grande quantità di fibre indissolubili che facilitano l’eliminazione delle tossine e la salute intestinale. Si tratta di un frutto molto saporito che potete consumare al naturale o sotto forma di succo. Non esitate, potete consumarne la quantità che desiderate e non vi farà mai ingrassare. È una meraviglia naturale da cui tutti possiamo trarre beneficio. Che cosa state aspettando?

Continua a leggere...



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo