I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Ecco come combattere la gastrite

I rimedi naturali migliorano la gastrite cronica, ne alleviano i sintomi e permettono di avere una vita più salutare

Pubblicato il 15/01/2016 da Prevenzione a tavola

La gastrite può essere causata da un’infinità di motivi, tra cui lo stress, l’assunzione di medicinali come l’aspirina, bere troppo caffè, bere bevande alcoliche o cibi troppo piccanti.

La gastrite è un’infiammazione dello stomaco ed è caratterizzata da sintomi quali inappetenza, frequente acidità, mal di stomaco, vomito.

Se avete uno di questi sintomi, la cosa migliore che potete fare è provare i seguenti rimedi casalinghi per migliorare la situazione.

Se si ha la gastrite, quali alimenti si possono mangiare?

Quando si soffre di gastrite, bisogna fare attenzione agli alimenti che si consumano. Questo perché vi sono alcuni alimenti che possono compromettere e aggravare questa malattia.

La prima cosa che dovete tenere a mente è che dovete nutrirvi bene, in modo da assimilare i nutrienti necessari per avere una buona qualità di vita e cercare di evitare vomito e acidità.

Mangiare frutta fresca è molto importante per le persone affette  da gastrite, le più salutari e raccomandate sono la papaya e l’ananas. Inoltre, sono consigliati lo zenzero, il latte di cocco, il tè alla liquirizia e bere come minimo otto bicchieri d’acqua al giorno in modo da essere ben idratati.

Per iniziare la giornata con una colazione molto nutriente e salutare, potete mangiare fiocchi d’avena con miele, uno yogurt con banana a rondelle oppure potete mangiare anche delle fette di ananas spolverate con semi secchi di papaya.Questi alimenti sono molto indicati per alleviare i sintomi della gastrite cronica e le ulcere dello stomaco.

Potete bere tre bicchieri al giorno di succo di prezzemolo con sale e pepe nero; questo preparato  può essere di notevole aiuto per  curare la gastrite e, di conseguenza, avrete più voglia di mangiare.

Rimedi casalinghi che possono migliorare i sintomi della gastrite

I rimedi naturali migliorano la gastrite cronica, ne alleviano i sintomi e permettono di avere una vita più salutare. Questi rimedi casalinghi per migliorare la gastrite sono molto semplici da preparare, poiché ricorrono a prodotti molto facili da reperire.

Il primo passo da fare è abituarvi a bere, a digiuno e tutti i giorni, un bicchiere d’acqua tiepida con due cucchiai di miele d’api.

Un altro rimedio consiste nel prendere di mattina un cucchiaio di olio d’oliva caldo in un bicchiere di latte; probabilmente non avrà un sapore molto gradevole, ma è molto efficace per alleviare questi fastidiosi sintomi.

Un rimedio casalingo molto semplice ed efficace è prendere o due cucchiai di gel dialoe vera tre volte al giorno o un cucchiaio di polvere di carbone vegetale in mezzo bicchiere di latte o due cucchiai di olio di palma; dovete prenderli a digiuno affinché l’effetto sia molto più rapido.

Un altro modo per controllare la gastrite è mangiare mezzo cucchiaino di semi di cardamomo verde, finocchio e cannella saltati in padella per trenta secondi.

Quali alimenti bisogna evitare?

Se i sintomi della gastrite sono molto forti e frequenti,  gli alimenti che senza ombra di dubbio dovete evitare sono:

  • I succhi acidi.
  • I cibi troppo conditi.
  • I cibi molto piccanti.
  • Le bevande gassate.
  • I liquori.
  • Il caffè.
  • i latticini interi.
  • I cibi troppo caldi o troppo freddi.
  • Il cioccolato.

Quando si soffre di questa malattia, non bisogna patire la fame per un tempo molto prolungato, al contrario bisogna mangiare ad orari fissi e assumere frutta o succhi di frutta dolci tra i pasti. Non lasciate lo stomaco vuoto per molto tempo e, soprattutto, non andate mai a letto quando siete troppo sazi o, al contrario, se avete molta fame.

Ricordate che qualsiasi malattia che colpisce il nostro organismo ha bisogno di particolare attenzione e di cure differenti. Non vengono somministrate le stesse cure a tutte le persone, però possiamo provare le diverse opzioni a disposizione e seguire le raccomandazioni degli specialisti.

Quello che però possiamo fare tutti, a prescindere dal tipo di malattia che soffriamo, è seguire una dieta sana, ricca di frutta e verdura, bere molta acqua e fare esercizio fisico. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo