I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I rimedi naturali per le unghie incarnite

Ecco come contrastare naturalmente la presenza delle unghie incarnite

Pubblicato il 14/01/2016 da

Le unghie incarnite provocano delle fastidiose e dolorose infiammazioni che interessano la pelle che le circonda. A volte, all’infiammazione segue l’infezione della zona in cui si trova l’unghia incarnita.

In questo articolo vi spiegheremo quali sono i sintomi e le possibili cause di questo problema e vi sveleremo alcuni rimedi naturali e fai-da-te per curare le unghie incarnite senza complicazioni, utilizzando ingredienti che tutti abbiamo in casa: il limone, il sale, il timo, la cipolla, l’uovo o la carota.

Quali sono i sintomi?

Vi accorgete di avere un’unghia incarnita se la pelle attorno all’unghia appare arrossata e/o infiammata, di solito risulta dolorosa al tatto e, a volte, può esserci un’infezione, quindi un accumulo di pus sulla zona che circonda l’unghia.

Possibili cause

Le unghie incarnite possono essere causate da diversi fattori:

  • Crescita eccessiva dell’unghia
  • Crescita anomala dell’unghia
  • Ferita causata dall’incarnazione dell’unghia nella pelle
  • Calzature non adatte che fanno pressione sulle dita dei piedi
  • Sudorazione eccessiva
  • Traumi
  • Malattie della pelle

Infuso di timo

Il timo è una pianta medicinale dai molteplici benefici, ad esempio aiuta a combattere le infiammazioni e le infezioni, oltre a calmare il dolore. Per questo motivo è un ottimo rimedio naturale in caso di unghie incarnite

Dovete semplicemente preparare un infuso con una tazza d’acqua e due cucchiai ditimo. Fate bollire per cinque minuti e, una volta intiepidito, immergete nell’infuso il dito con l’unghia incarnita per 5 o 10 minuti. Ripetete questo procedimento diverse volte durante l’arco della giornata.

Limone e sale

Con questi semplici ingredienti potete ottenere un trattamento efficace se soffrite di unghie incarnite. Fate un buco in mezzo a un limone, metteteci un po’ di sale e infine introducete il dito con l’unghia incarnita. Lasciate il dito nel limoneper 20 minuti e ripetete questo procedimento tutti i giorni fino a quando il problema dell’unghia non sarà risolto.

Il limone e il sale fungono da disinfettanti e riducono l’infiammazione.

Impacchi di cipolla

La cipolla è un potete antinfiammatorio, usata per trattare diverse malattie. Anche in caso di unghie incarnite può essere utile ricorrere alla cipolla, in un modo molto semplice.

Fate cuocere una cipolla e, una volta cotta, schiacciatela per bene. Dopo averla fatta intiepidire, mettete la pasta che avete ottenuto su una garza sterile. A questo punto applicate l’impacco sull’unghia interessata; potete coprire il dito con altre garze e del nastro e lasciare agire per almeno due ore.

Impacchi di carota

Come potete vedere, sono rimedi completamente naturali, tutti efficaci, quindi potete sceglierne uno piuttosto che un altro in base agli ingredienti che avete a disposizione, oppure potete alternarli per scoprire qual è il più pratico e utile.

Ad esempio, il rimedio di cui vi parliamo ora è simile a quello della cipolla, ma per prepararlo dovete utilizzare la carota. Questo ortaggio aiuterà ad eliminare l’unghia incarnita ed avrà un effetto rivitalizzante sulla pelle che circonda l’unghia.

Applicate l’impacco di carota sull’unghia tre volte al giorno, per almeno cinque minuti.

Albume d’uovo

L’albume d’uovo è un rimedio velocissimo e dagli ottimi risultati, sempre che lo si ripeta con costanza fino a notare dei miglioramenti. Dovete solamente sbattere l’albume d’uovo e applicarlo sull’unghia incarnita diverse volte al giorno. Lo potete conservare in frigorifero per tre giorni.

È possibile prevenire le unghie incarnite?

Potete evitare la comparsa delle unghie incarnite seguendo questi semplici consigli:

  • Cercate di tagliare regolarmente le unghie; utilizzate una lima per uniformare il profilo dell’unghia ed eliminare eventuali “punte”; fate attenzione anche alle cuticole.
  • Evitate di indossare calzature strette, ma optate per scarpe che rispettino la naturale forma del piede e che siano traspiranti. Possibilmente, evitate le scarpe con il tacco alto.
  • Se avete subito un urto o vi hanno pestato i piedi, ricorrete a dei rimedi naturali anche se non vi sembra grave.
  • Idratate regolarmente mani e piedi con delle creme idratanti che contengano vitamina E o con oli vegetali.
  • Se oltre all’unghia incarnita avete anche un problema di micosi, applicate tutti i giorni una goccia pura di olio essenziale di Tea Tree, un potente antimicotico.

Raccomandazione: se l’unghia incarnita fa infezione e questa non dovesse migliorare, ma, al contrario, espandersi, rivolgetevi al vostro medico il prima possibile. In questo modo eviterete complicazioni che solitamente non sono frequenti, ma che potrebbero verificarsi se non si fa abbastanza attenzione nel curare questo problema, come ad esempio la caduta dell’unghia, ascessi, l’estensione dell’infezione. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La ricetta degli Gnocchi di borragine

Se l'orto ti regala borragine, tu fanne gnocchi deliziosi

La ricetta dei Guadrotti di miglio con nocciole

Un dolce sano, senza glutine e squisito: eccovi la lista degli ingredienti e il procedimento

Torta di mele rovesciata

Oggi v'insegno la ricetta della mia squisita torta di mele rovesciata

Crema di zucca al profumo di rosmarino

Una crema da utilizzare per un dessert, oppure per fare delle crostate, o anche delle fragranti torte salate

Favette dei morti, ricetta e ingredienti

Per la ricorrenza odierna ho preparato un dolce tradizionale di molte regioni italiane, le favette dei morti

Corsi - Prevenzione a tavola

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

Menù giornalieri equilibrati per affrontare il cambio di stagione senza malanni

Giornata mondiale dell’alimentazione: tra coscienza e consapevolezza

Oggi in 150 Paesi si festeggia il World Food Day: da anni Prevenzione a tavola si batte per diffondere una corretta cultura del cibo

Pane di riso cotto fermentato

Una ricetta squisita che ci permette di recuperare gli avanzi di un pasto precedente. Ecco come si prepara

Corsi - Prevenzione a tavola

Pancake alle carote con farina di mandorla e semi di papavero

Una rivisitazione più sana, leggera e nutriente del famosissimo dolce americano per la prima colazione

Troppo fruttosio mette a rischio il fegato

Secondo un nuovo studio causa la steatosi epatica non alcolica

Chi mangia pasta ha un’alimentazione più sana e più ricca di nutrienti

E presenta un'assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti, rispetto a chi non la mangia

Con la soia diminuiscono le recidive di cancro al seno

La ricerca scientifica ha ampiamente dimostrato come il consumo di cibi tradizionali a base di soia riduca il rischio di recidive e mortalità

Quercetina: la molecola di frutta e verdura che contrasta il Covid-19

Si tratta della quercetina, contenuta in molti frutti, verdure e ortaggi comuni. E anche in vino rosso e thè. Ecco lo studio che dà una speranza in più nella lotta contro il coronavirus

Torta alle mele con grano saraceno ed estratto di liquirizia

La torta che prepariamo oggi è un piacere per le pupille gustative e anche per gli occhi. Ecco la ricetta della Torta alle mele con grano saraceno ed estratto di liquirizia

Le tortine di farro rivisitate da una nostra allieva

Valentina, una studentessa di Prevenzione a Tavola, ha realizzato una delle nostre ricette con qualche piccola variante che noi abbiamo molto apprezzato