I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I rimedi naturali per le unghie incarnite

Ecco come contrastare naturalmente la presenza delle unghie incarnite

Pubblicato il 14/01/2016 da

Le unghie incarnite provocano delle fastidiose e dolorose infiammazioni che interessano la pelle che le circonda. A volte, all’infiammazione segue l’infezione della zona in cui si trova l’unghia incarnita.

In questo articolo vi spiegheremo quali sono i sintomi e le possibili cause di questo problema e vi sveleremo alcuni rimedi naturali e fai-da-te per curare le unghie incarnite senza complicazioni, utilizzando ingredienti che tutti abbiamo in casa: il limone, il sale, il timo, la cipolla, l’uovo o la carota.

Quali sono i sintomi?

Vi accorgete di avere un’unghia incarnita se la pelle attorno all’unghia appare arrossata e/o infiammata, di solito risulta dolorosa al tatto e, a volte, può esserci un’infezione, quindi un accumulo di pus sulla zona che circonda l’unghia.

Possibili cause

Le unghie incarnite possono essere causate da diversi fattori:

  • Crescita eccessiva dell’unghia
  • Crescita anomala dell’unghia
  • Ferita causata dall’incarnazione dell’unghia nella pelle
  • Calzature non adatte che fanno pressione sulle dita dei piedi
  • Sudorazione eccessiva
  • Traumi
  • Malattie della pelle

Infuso di timo

Il timo è una pianta medicinale dai molteplici benefici, ad esempio aiuta a combattere le infiammazioni e le infezioni, oltre a calmare il dolore. Per questo motivo è un ottimo rimedio naturale in caso di unghie incarnite

Dovete semplicemente preparare un infuso con una tazza d’acqua e due cucchiai ditimo. Fate bollire per cinque minuti e, una volta intiepidito, immergete nell’infuso il dito con l’unghia incarnita per 5 o 10 minuti. Ripetete questo procedimento diverse volte durante l’arco della giornata.

Limone e sale

Con questi semplici ingredienti potete ottenere un trattamento efficace se soffrite di unghie incarnite. Fate un buco in mezzo a un limone, metteteci un po’ di sale e infine introducete il dito con l’unghia incarnita. Lasciate il dito nel limoneper 20 minuti e ripetete questo procedimento tutti i giorni fino a quando il problema dell’unghia non sarà risolto.

Il limone e il sale fungono da disinfettanti e riducono l’infiammazione.

Impacchi di cipolla

La cipolla è un potete antinfiammatorio, usata per trattare diverse malattie. Anche in caso di unghie incarnite può essere utile ricorrere alla cipolla, in un modo molto semplice.

Fate cuocere una cipolla e, una volta cotta, schiacciatela per bene. Dopo averla fatta intiepidire, mettete la pasta che avete ottenuto su una garza sterile. A questo punto applicate l’impacco sull’unghia interessata; potete coprire il dito con altre garze e del nastro e lasciare agire per almeno due ore.

Impacchi di carota

Come potete vedere, sono rimedi completamente naturali, tutti efficaci, quindi potete sceglierne uno piuttosto che un altro in base agli ingredienti che avete a disposizione, oppure potete alternarli per scoprire qual è il più pratico e utile.

Ad esempio, il rimedio di cui vi parliamo ora è simile a quello della cipolla, ma per prepararlo dovete utilizzare la carota. Questo ortaggio aiuterà ad eliminare l’unghia incarnita ed avrà un effetto rivitalizzante sulla pelle che circonda l’unghia.

Applicate l’impacco di carota sull’unghia tre volte al giorno, per almeno cinque minuti.

Albume d’uovo

L’albume d’uovo è un rimedio velocissimo e dagli ottimi risultati, sempre che lo si ripeta con costanza fino a notare dei miglioramenti. Dovete solamente sbattere l’albume d’uovo e applicarlo sull’unghia incarnita diverse volte al giorno. Lo potete conservare in frigorifero per tre giorni.

È possibile prevenire le unghie incarnite?

Potete evitare la comparsa delle unghie incarnite seguendo questi semplici consigli:

  • Cercate di tagliare regolarmente le unghie; utilizzate una lima per uniformare il profilo dell’unghia ed eliminare eventuali “punte”; fate attenzione anche alle cuticole.
  • Evitate di indossare calzature strette, ma optate per scarpe che rispettino la naturale forma del piede e che siano traspiranti. Possibilmente, evitate le scarpe con il tacco alto.
  • Se avete subito un urto o vi hanno pestato i piedi, ricorrete a dei rimedi naturali anche se non vi sembra grave.
  • Idratate regolarmente mani e piedi con delle creme idratanti che contengano vitamina E o con oli vegetali.
  • Se oltre all’unghia incarnita avete anche un problema di micosi, applicate tutti i giorni una goccia pura di olio essenziale di Tea Tree, un potente antimicotico.

Raccomandazione: se l’unghia incarnita fa infezione e questa non dovesse migliorare, ma, al contrario, espandersi, rivolgetevi al vostro medico il prima possibile. In questo modo eviterete complicazioni che solitamente non sono frequenti, ma che potrebbero verificarsi se non si fa abbastanza attenzione nel curare questo problema, come ad esempio la caduta dell’unghia, ascessi, l’estensione dell’infezione. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pesche all’aroma di lavanda

Luglio ormai è arrivato e ci concediamo una ricetta fresca e nutriente, perfetta per la stagione estiva

Borragine in crosta

Una ricetta molto stuzzicante, squisita ma anche semplicissima da preparare

Portulaca, la pianta infestante ottima per la salute (e una ricetta)

Gli usi nella medicina tradizionale sono noti sin dall'antichità, vi proponiamo una ricetta sfiziosa e veloce per riscoprirne tutti i benefici

Risotto ai sapori di bosco con porcini e mirtilli

Dalle bontà dell'orto e del bosco, un risotto originale e squisito ispirato a un'antica ricetta, preparato a partire da riso integrale già cotto

Insalata di lenticchie con salsa al profumo di menta

Comoda anche da portare a lavoro, proponiamo una freschissima insalata di lenticchie con asparagi in salsa preparata con la menta

Corsi - Prevenzione a tavola

Amarene, visciole e marasche: sicuri di conoscere queste varietà?

Il ciliegio acido si distingue in diverse categorie: le amarene, le visciole e le marasche.

Insalata di barbabietola con granola di noci

Come preparare una deliziosa insalata a base di barbabietola con funghi in salsa agro e granola di noci

8 buoni motivi per mangiare le albicocche

Proteggono gli occhi, la regolarità intestinale, contrastano i sintomi della menopausa e riducono la glicemia: ecco perché le albicocche fanno così bene

Corsi - Prevenzione a tavola

Pancake senza glutine con giuggiole

Una ricetta squisita, facilissima e naturalmente dolce

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

Ciliegie, il regalo di fine primavera (e una ricetta)

Da metà maggio la natura ci regala le ciliegie, un frutto ricco di vitamine e sali minerali, ma povero di calorie: uno spuntino perfetto

La ricetta dei Pisarei e fasò

Oggi impariamo a preparare i pisarei, classici gnocchetti di farina e pan grattato della provincia di Piacenza conditi con fagioli borlotti e pomodoro

I cibi che proteggono occhi e vista

La salute degli occhi e il corretto funzionamento della vista passano anche dalla tavola. Ecco i cibi che contrastano o prevengono malattie degenerative oculari, come glaucoma e cataratta)

Crostata con kanten alle ciliegie

Oggi prepariamo una torta squisita, con la base della crostata e la parte superiore di kanten di ciliegie